“Viagra, quello che non gli ho mai perdonato”: Emilio Fede, l’imbarazzante (e spinta) rivelazione della moglie

Libero Quotidiano News

Sullo stesso argomento:

26 giugno 2020

In fondo non gli ha perdonato solo un’intervista sul Viagra, “gli dissi che non erano interviste da fare”. Diana De Feo, giornalista e senatrice berlusconiana si racconta assieme al marito, Emilio Fede, sulle pagine del Corriere della Sera. Fede negli scorsi giorni è finito alle ribalta delle cronache per aver evaso i domiciliari a Milano per festeggiare il suo compleanno  a Napoli, la figlia Sveva racconta  della fuga, “si era solo dimenticato di aspettare il permesso per partire: è andato in confusione per l’emozione di poterci finalmente incontrare. Viene anche mia sorella da Parigi”.

L’amore per Diana per cui Fede, 89 anni, ringrazia  “nel nome del padre del figlio e dello spirito santo per avermi dato la donna che più ho amato e amerò”. Raccontano di sentirsi anche dieci molte al giorno, “i domiciliari li avrei fatti da lei, magari me l’avessero consentito, e però ho anche una gamba inagibile, ho operato le vertebre, sette ore di intervento, mi muovo col bastone e l’autista che mi trascina, e casa di Diana è piena di scale”. La quarantena l’ha trascorsa da solo “vengo da dieci mesi di solitudine. Questo è il primo momento di commozione e serenità. A Segrate, cucino, lavo i piatti, ho una cameriera due ore al mattino, poi va via. Vado a dormire a mezzanotte e 16 perché so che Diana spegne la luce dopo gli ultimi tg. Così, sogno di tenerla per mano: non dormiamo insieme, ma il sogno ci unisce”.
Un amore lungo 60 anni e pare resistito anche agli scossoni del Bunga Bunga,delle olgettine, delle “cene eleganti”. De Feo: “I processi non li ho vissuti con difficoltà, ho fiducia in Emilio, so che è tutto falso, lo so proprio”.  Senza mai pensare al divorzio “io sono per la famiglia, la famiglia è una cosa bellissima. Uno ha delle discordie, ma abbiamo due figlie, cinque nipoti, la famiglia è sacra”.

E poi gli amori di lei quello per Costantino di Grecia da cui la De Feo aveva ricevuto una proposta di matrimonio, “quando le ho chiesto perché ha rifiutato Costantino”, racconta l’ex direttore del tg4, “mi ha risposto: perché con te mi diverto”. Il fascino di “sciupone l’africano”.

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi