Vigevano, uccide la compagna e si costituisce dopo 24 ore

Pubblicità
Pubblicità

Ha ucciso la donna con cui conviveva e poi ne ha tenuto in casa il cadavere per più di 24 ore. Alla fine si è presentato in commissariato e ha raccontato l’accaduto. È Vigevano, in provncia di Pavia, lo scenario in cui si registra un nuovo femminicidio: la vittima Marylin Pera, aveva 39 anni. Da appena due settimane conviveva con l’uomo che è diventato il suo assassino. Marco De Frenza, 59 anni, è stato posto in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario.

Secondo quanto è stato verificato dalla polizia, il delitto è stato commesso con un coltello. Nessuno se n’era accorto fino alle 17 di oggi, quando De Frenza si è costituito.

Marco De Frenza, anagraficamente residente a Mede (Pavia), risulta avere molti precedenti per reati contro il patrimonio e la persona. La vittima, Marylin Pera,  casalinga, era madre di un figlio avuto da un’altra unione. Il delitto sarebbe stato commesso nel bagno dell’abitazione della donna, in corso Novara 4 a Vigevano martedì 10 agosto, intorno all’ora di pranzo.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source