Ville, auto e barche di lusso, Berlusconi re dei Paperoni con un reddito di oltre 50 milioni di euro: cento volte più di Draghi

Pubblicità
Pubblicità

In cima al podio dei politici più ricchi d’Italia c’è sempre lui: Silvio Berlusconi. Il “Paperone” del Palazzo. Il leader di Forza Italia, infatti, nella dichiarazione dei redditi del 2021 (che quindi riguarda il 2020) ha dichiarato allo Stato italiano un imponibile di 50 milioni di euro. Relativamente allo stesso periodo, l’imponibile dell’attuale premier Mario Draghi è di circa 528 mila euro.

Una ricchezza, quella di Berlusconi, data dalla somma dei soldi in banca, delle azioni, delle ville di proprietà e delle automobili a lui intestate. Un vero e proprio “tesoretto” con cui il Cavaliere sale al primo posto, in Italia e in Europa, tra i leader di partito più ricchi.  

FdI, Meloni avvisa Lega e Forza Italia: “Un patto anti-inciucio o addio al centrodestra”

Dalla visione online della dichiarazione dei redditi di Berlusconi, il leader azzurro, eurodeputato dal 2019, ha percepito 50 milioni 661mila 390 euro, pari a 3 milioni di euro in più rispetto a quelli incassati l’anno precedente. Nel 2018 (in relazione al periodo di imposta 2017) il Cavaliere ha percepito poco più di 48 milioni di euro (Conte all’epoca aveva dichiarato un patrimonio di 370mila euro). . Nel 2019 lo ‘stipendio’ del numero uno di Forza Italia è rimasto sostanzialmente invariato, per poi arrivare ai 47 milioni e 492 mila euro incassati nel 2020 da eurodeputato.

Fino alla dichiarazione del 2020, il patrimonio mobiliare e immobiliare di Belrusconi non è cambiato. Nel modulo consegnato al fisco nel 2021, invece, risulta la proprietà di una villa nel Comune di Casatenovo, che dovrebbe corrispondere a Villa Maria di Rogoredo di Casatenovo (vicino ad Arcore), dove per un certo periodo il Cavaliere ha vissuto con l’ex fidanzata Francesca Pascale.

Oltre ai 50 milioni di euro, fanno parte del patrimonio di Berlusconi anche una Audi A6  e tre imbarcazioni extra lusso: la “San Maurizio” (comprata nel 1977), il “Magnum 70″(del ’90) e la barca a vela “Principessa vai via” (del 1965). Quest’ultima, raccontano, sarebbe stata venduta negli anni scorsi al patron di Mediolanum Ennio Doris, ma ora è tornata tra le proprietà del leader azzurro.

Conti alla mano, di fatto, il governo Draghi (insediatosi il 13 febbraio scorso) ha portato fortuna al leader azzurro mentre il Conte bis gli ha ‘tolto’ circa mezzo milione di euro: con ‘l’avvocato del popolo’ a Palazzo Chigi (dal primo giugno 2018 al febbraio 2021) il presidente di Forza Italia ha infatti guadagnato di meno, registrando una ‘perdita’ di 518mila 449 euro. Berlusconi è sempre stato al top della classifica dei più facoltosi nelle aule parlamentari.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source