Vince i 100 metri e si qualifica alle Olimpiadi, l’atleta continua a correre: l’abbraccio alla nonna

Pubblicità
Pubblicità

Sha’Carri Richardson ha vinto i 100 metri ai Trials statunitensi di Eugene aggiudicandosi il pass per i prossimi giochi Olimpici. Subito dopo aver concluso la gara – con un tempo di 10”86 – la 21enne di Dallas ha continuato la sua corsa: sotto lo sguardo di fotografi e pubblico si è precipitata sugli spalti per abbracciare la nonna. L’atleta ha poi spiegato ai giornalisti di aver perso la madre la settimana precedente.

“Ho scelto di seguire i miei sogni, di venire qui e di rendere orgogliosa la famiglia che ho su questa terra. Nessuno sa cosa sto passando. Tutti hanno delle difficoltà e lo capisco, voi mi vedete su questa pista e vedete la faccia da poker che faccio, ma nessuno tranne loro e il mio allenatore sa cosa passo giorno per giorno. Sono molto grata, senza di loro, non ci sarei io. Senza mia nonna, non ci sarebbe Sha’Carri Richardson. La mia famiglia è il mio tutto, il mio tutto fino al giorno in cui avrò finito”, ha spiegato l’atleta.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source