Visite agli anziani, la Regione convoca i gestori delle Rsa

Pubblicità
Pubblicità

BOLOGNA – L’Emilia-Romagna chiama i gestori delle strutture per anziani per verificare che le visite dei familiari possano riprendere, ora che la situazione è migliorata e che la vaccinazione sta procedendo: lo afferma l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini, rispondendo oggi in Assemblea legislativa alle sollecitazioni del leghista Michele Facci. L’esponente del Carroccio lamenta il fatto che le strutture per anziani “non rendono disponibili i piani per le visite alla Regione”, nonostante l’ente di viale Aldo Moro avesse dato indicazione di predisporli in linea con le circolari del ministero. “Siamo in grave ritardo- critica Facci- non può essere tutto delegato ai singoli gestori. La Regione deve avere il controllo, dovete pretendere i piani”.

Emilia-Romagna Rsa, i parenti: “Basta stanze degli abbracci, riaprite alle visite”

Dal canto suo, Donini assicura che convocherà “subito un tavolo con tutti i gestori per sincerarmi del fatto che le visite dei familiari possano riprendere in sicurezza”. Oggi, del resto, “la situazione è diversa dai mesi scorsi, anche perché operatori e ospiti sono quasi tutti vaccinati- sottolinea l’assessore- i gestori sono stati sollecitati piu’ volte ad adottare i piani visite e abbiamo fornito anche disponibilità dei tamponi rapidi” per facilitarle. Ma spetta alle singole strutture applicare le indicazioni della Regione (“Sono loro i responsabili”, ricorda l’assessore), mentre è compito delle aziende sanitarie vigilare. “Per la circolazione massiva del virus nella terza ondata- aggiunge Donini- quelle indicazioni sono state superate dall’emergenza pandemica. Oggi però la situazione è più gestibile, anche se dobbiamo stare attenti all’evoluzione dei casi. Inoltre andiamo verso la bella stagione, quindi ci si può incontrare all’aperto. Da parte nostra, resta la disponibilità a fornire i tamponi rapidi”, promette l’assessore

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source