Volley, c’è un altro Bovolenta, dieci anni dopo Vigor

Pubblicità
Pubblicità

Il 24 marzo saranno dieci anni. Vigor Bovolenta che prende palla, va al servizio, si accascia e muore sul taraflex, a Macerata, stroncato da un arresto cardiaco. Quel giorno Alessandro, il primo dei cinque figli di Vigor e Federica Lisi, non aveva ancora compiuto 8 anni. Ora, che non ne ha compiuti ancora 18, ha esordito in SuperLega con la maglia più amata dal papà, uno dei fenomeni del volley azzurro degli anni Novanta-Duemila, quella di Ravenna, «ma non ho voluto il suo numero, il 16, siamo due persone diverse, due giocatori diversi» ha detto a fine gara, quasi in trance, «l’emozione è stata tanta, enorme».

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi, poi 5,99€ per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,99€ a settimana,prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source