“Voti pronti, non sarebbe una tragedia”. Conte, tesa la trappola perfetta: una bomba azzurra sul Parlamento

Libero Quotidiano News

Sullo stesso argomento:

28 giugno 2020

“Non sarebbe una tragedia”. Per Giuseppe Conte è già pronto il soccorso azzurro sul Mes, con conseguenze però devastanti. A dirlo chiaro e tondo, al Corriere della Sera, è Antonio Tajani, numero due di Forza Italia. “Noi abbiamo sempre detto che il Mes è necessario ed essenziale per un Paese come l’Italia, che ha certamente bisogno di ristrutturare il suo sistema sanitario, figuriamoci se è ragionevole non prendere quei soldi quando sono senza condizionalità e a tassi di interessi praticamente negativi. Non farlo sarebbe un errore madornale”. 

Secondo il vicepresidente forzista, “non portare in Parlamento la decisione se prendere o meno i finanziamenti del Mes non ha fondamento, anche se passasse con i voti determinanti di Forza Italia non sarebbe una tragedia, non avrebbe ripercussioni sulla tenuta della maggioranza, perché in questo caso, come per gli scostamenti di bilancio, discutiamo non della tenuta del governo ma di cosa serve veramente a questo Paese e agli italiani”. Parole che forse non tengono volutamente conto delle fibrillazioni tra Pd (favorevole) e M5s (contrario) e che fingono di ignorare le eventuali ripercussioni in un centrodestra a trazione sovranista e anti-Mes. Un voto favorevole al Mes con il sostegno decisivo di Forza Italia e le defezioni di parte del Movimento aprirebbe molto probabilmente la strada alla crisi del governo giallorosso e a un esecutivo “di unità nazionale” di varia foggia. E questo dalle parti di Forza Italia lo sanno benissimo, ma non possono (ancora) dirlo.

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi