Webinar: Covid-19 e mobilità urbana a Milano

Libero Quotidiano News

Condividi:

15 giugno 2020

(Milano, 15 giugno 2020) – Una nuova iniziativa promossa dal Centro Studi Borgogna Covid-19 e mobilità urbana a Milano: se ne parla mercoledì 17 giugno
Milano, 15 giugno 2020 – Come è cambiato e cambierà il concetto di mobilità urbana in seguito alle sensibili limitazioni conseguenti all’emergenza Covid-19? Si parlerà di questo tema e delle sue possibili evoluzioni in occasione del nuovo appuntamento della rubrica InterVenti, all’interno del Salotto Virtuale organizzato dal
Modera: Avv. Fabrizio Ventimiglia, Avvocato Penalista e Presidente Centro Studi Borgogna
Ne discutono:
• Michael Castellano: Country Manager Italy presso NIU Technologies
• Marco Granelli: Assessore a Mobilità e Lavori pubblici del Comune di Milano
• Davide Lenarduzzi: Fondatore di Lungs Speak Out
• Josef Morat: Country Manager Italy, Regional Manager Southern Europe – Middle East – Africa presso Zero Motorcycles
• Micaela Vescia: Direttore Affari Legali e Societari di Atm S.p.A.
Tale inaspettato avvenimento ha messo a dura prova l’organizzazione degli spostamenti, non soltanto urbani, in tutto il mondo, generando l’esigenza di riprogettare e riformulare le abitudini di spostamento di cittadini, lavoratori, pendolari e -più in generale- il concetto stesso di mobilità. Il calo nell’utilizzo dei mezzi pubblici è stato evidente, in ragione della maggior prudenza attuata dall’utenza, ma altresì necessario, conseguente cioè alla riduzione programmata della capacità di trasporto di autobus, metropolitane, tram e in generale del servizio di trasporto pubblico. Nel pieno della “Fase 3”, in particolare, si richiede a tutti coloro che avranno necessità di muoversi per esigenze di produttività, di farlo all’insegna di una maggiore organizzazione e prudenza al fine di prevenire e minimizzare ogni rischio di contagio. Il Piano di Mobilità post Covid-19 della città di Milano, in particolare, favorisce e incentiva gli spostamenti su due ruote -biciclette, scooter, monopattini-, attraverso corsie dedicate, inventivi all’acquisto e più in generale interventi di moderazione del traffico.
L’incontro organizzato dal
A proposito di centro Studi Borgogna
Nata nel 2017 da un’idea dell’Avv. Fabrizio Ventimiglia, il Centro Studi Borgogna è una Associazione di Promozione Culturale che opera come un laboratorio giuridico e di idee per promuovere la cultura del diritto, ispirandosi ai principi di etica, onestà e legalità, nell’ottica di contribuire al dibattito sulle principali questioni sensibili del nostro Paese. Le attività proposte dal Centro Studi Borgogna si prefiggono diversi obiettivi: promuovere il confronto tra mondi diversi arrivando a trasformare le riflessioni comuni in proposte praticabili; perseguire le finalità di promozione sociale e culturale; contribuire alla formazione dei professionisti nelle discipline giuridiche; promuovere l’amicizia, la cultura, la solidarietà e l’etica sul territorio milanese e nazionale. Al fine di perseguire tali obiettivi, l’Associazione Centro Studi Borgogna organizza conferenze, convegni e momenti formativi di varia natura; crea rapporti di collaborazione e sinergia con Università, Istituti di Ricerca e altri enti aventi finalità scientifiche; promuove la pubblicazione di documenti di approfondimento sui temi di diritto applicato; organizza eventi charity.
Per informazioni alla stampa:
Alessio Masi, Adnkronos Comunicazione
Mob. 3425155458; E-Mail:



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi