084725036 6fd553fa def4 43cf 9d3d 1b929a088ab2

Welfare, è il premio in busta paga il benefit più desiderato dai lavoratori

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

084725036 6fd553fa def4 43cf 9d3d 1b929a088ab2

ROMA – Pochi maledetti e subito. E’ il premio in busta paga il benefit più desiderato dai lavoratori. Quello con cui in fondo si può scegliere cosa fare. Lo mette al primo posto in un’analisi sui benefit più desiderati dai lavoratori, una ricerca di Harris Interactive condotta per Sodexo, azienda che offre servizi di welfare e buoni pasto.

Dall’indagine emerge come al primo posto ci siano i premi immediati (34%), seguiti da quelli legati al food & beverage (24%). Solo al terzo posto si collocano gli incentivi finanziari e la possibilità di lavorare in smart working (entrambi a pari merito al 23%). E resistono i voucher per il pranzo (22%).

Chiudono la top 10 dell’indagine l’assistenza medica privata (21%), la sovvenzione per i trasporti pubblici, i benefit per la salute psico-fisica, i programmi di formazione e i benefit a lungo termine (tutti al 20%). In coda ci sono l’auto aziendale (13%), i servizi per i bambini (11%) e la carta di credito aziendale (10%).

Che il “premio” sia il benefit più amato lo dimostrano anche quelle aziende che se in questo anno di pandemia hanno riconosciuto ai propri dipendenti proprio un premio in busta paga: Ferrari, Fca-Psa, Ferrero, Unieuro, per fare alcuni nomi. La più generosa, come sempre, la scuderia di Maranello, con 7.500 euro.E tra le ultime Nestlè con 2.500 euro.

La pandemia però è stata lunga tanto che alcuni benefit, a cominciare dallo smart working, sono calati nelle preferenze dei lavoratori. C’è voglia di tornare in ufficio, tant’è che la possibilità di lavorare da casa ha perso addirittura il 4% dei consensi in appena dodici mesi, passando dal secondo al quarto posto della top 10.

Ma il calo ha coinvolto anche i benefit legati alla salute e al benessere che perdendo 3 punti percentuali. Sono in crescita invece i buoni pasto (+2%) e i percorsi di formazione (+2%). Questi ultimi apprezzati anche in vista di una più rapida e decisa digitalizzazione dell’economia italiana, che costituirà una sfida per chi ha un posto di lavoro e teme di perderlo. 

“Flessibilità, libertà di scelta, semplicità di utilizzo e velocità di fruizione sono gli elementi chiave nell’erogazione dei nostri servizi e la tecnologia è parte integrante di questa visione”, commenta Florent Lambert, il nuovo amministratore delegato di Sodexo Benefits & Rewards Services per il mercato italiano. E c’è da dire che molti benefit si stanno rivelando anche un modo per trattenere i talenti.



Go to Source