X Factor, al via la nuova edizione: “Il cambiamento passa da noi “

Pubblicità
Pubblicità

“C’è poco racconto musicale in televisione, per questo X Factor è importante. Che ormai alimenta il cambiamento, non solo lo racconta”. Manuel Agnelli parla così della nuova edizione di X Factor, al via giovedì sera con le audizioni che dopo giovedì 16 settembre si ripeteranno nelle serate del 23 e del 30 settembre. Poi sarà il turno dei bootcamp, il 7 e il 14 ottobre, delle home visit, il 21 ottobre, per arrivare infine ai live a partire dal 28 ottobre, quando la trasmissione andrà appunto in diretta.

Come as you are, cantavano i Nirvana trent’anni fa. Come as you are, presentati per come sei, ripete X Factor 2021 per raccontare il restyling della nuova edizione, in cui viene abolita la suddivisione nelle categorie tradizionali, quindi nessuna distinzione di sesso né limite di età, né di genere né tra singoli e gruppi, e si arriverà a distinguere le quattro squadre solo in base alla proposta musicale e alla progettualità artistica.

Al timone di questa edizione ci sarà il nuovo conduttore Ludovico Tersigni, mentre il compito di scoprire i 12 talenti sui quali puntare toccherà come nella scorsa edizione a Mika, Manuel Agnelli, Emma Marrone e Hell Raton. Delle sei puntate delle selezioni, la serata d’esordio oltre che su Sky e su Now, dove restano sempre disponibili on demand, andrà anche in onda su TV8 (che poi trasmetterà le puntate il mercoledì).

Il nuovo conduttore Ludovico Tersigni, cui viene dedicata una lunga presentazione filmata, già tra i protagonisti della teen serie Skam Italia, è la novità della nuova edizione e nella prima puntata arriva a Cinecittà a bordo di uno skate e all’in bocca al lupo che gli dedica la giuria lui risponde con un beneagurante “forza lupi” che, da buon romano, ne tradisce anche la fede calcistica.

A chi gli chiedeva a quale modello di conduzione si ispiri, l’attore romano ha risposto: “Ho sempre seguito Fiorello, è un one man show straordinario, nella liturgia di X Factor cercherò di portare un po’ di quella luce e energia. A mio zio Diego Bianchi chiederò invece come sempre consigli di vita”. Confronti con Alessandro Cattelan? “Purtroppo non ho avuto occasione di sentire Alessandro, ma se accadrà gli chiederò tanti consigli, perché lo stimo molto”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source