Zoagli, muore il padre di Camilla Canepa, la diciottenne che aveva perso la vita dopo una dose di vaccino AstraZeneca

Pubblicità
Pubblicità

Un’altra tragedia colpisce la casa di Camilla Canepa, la diciottenne di Sestri Levante, in provincia di Genova, morta nel giugno del 2021 per colpa di una trombosi. Il padre di Camilla, Roberto Canepa, 53 anni, si è accasciato per un malore ed è morto mentre era con alcuni amici sulla scalinata del castello Canevaro a Zoagli, il paese ligure dove la famiglia si era trasferita recentemente.

E’ intervenuto subito il 118, ma l’uomo non ha potuto essere salvato. Un mese dopo la morte di Camilla era mancato anche il nonno, al quale la ragazza era molto affezionata, ora il nuovo lutto.

L’inchiesta

La perizia della Procura di Genova: “Camilla Canepa era sana: la morte ragionevolmente dovuta a effetti avversi di AstraZeneca”

La ragazza aveva ricevuto il vaccino il 25 maggio 2021 nel corso di un Open Day. Il 3 giugno era andata una prima volta in pronto soccorso con cefalea e fotofobia. Quella volta però all’ospedale di Lavagna. Secondo quanto dichiarato dai vertici ospedalieri, era stata sottoposta a Tac cerebrale ed esame neurologico, entrambi negativi, ed era stata dimessa con raccomandazione di ripetere gli esami del sangue dopo 15 giorni. Il 5 giugno, però, è tornata in pronto soccorso con deficit motori. Questa volta però all’ospedale regionale di secondo livello, appunto al San Martino di Genova. Sottoposta a Tac cerebrale “ con esito emorragico”, era stata trasferita nel reparto di Neurochirurgia dove era stata sottoposta a due interventi chirurgici. Il 10 giugno era deceduta.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source