Notizie italiane in tempo reale!

Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Theresa May in lacrime: «Mi dimetto il 7 giugno»

La premier britannica annuncia, visibilmente scossa, la data in cui lascerà la guida dei conservatori: «Ho servito il Paese che amo»

tovato su: Il Corriere della Sera

Clicca qui per leggere l’articolo completo

“Sono stata plagiata dalle agenti. Mark Caltagirone non esiste, non l’ho mai visto, lo avrei incontrato il giorno delle nozze”. Lo dice Pamela Prati a Silvia Toffanin nel corso di un’intervista a Verissimo, nella quale confessa che Mark Caltagirone, il suo promesso sposo e l’amore della sua vita, a

pubblicato da Libero Quotidiano

Verissimo, Pamela Prati messa all’angolo: “Adesso deve tirare fuori quel nome”

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Roma. Gli ultimi mesi nel sud-est asiatico sono stati caratterizzati da importanti e strategiche elezioni. Paesi diversi, con sistemi sociali diversi, ma a guardarle da qui c’è qualcosa che lega il processo democratico asiatico di realtà così differenti tra loro con quello che succede nel mondo occi

tovato su: Il Foglio

Clicca qui per leggere l’articolo completo

La Juve accelera sul mercato: dopo aver intensificato i contatti per Pochettino, ecco che tenta lo strappo per assicurarsi due dei gioiellini più promettenti d’ Italia. Si tratta di Zaniolo (19 anni) e Chiesa (21), per i quali sono già state avanzate offerte ufficiali. Per il primo, la cui madre è s

pubblicato da Libero Quotidiano

Juventus, non soltanto Federico Zaniolo: chi è a un passo dal bianconero

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Europee: Renzi alla “Vanguardia”, rompere l’alleanza fra popolari e populisti Madrid, 24 mag 08:38 – (Agenzia Nova) – E’ necessario rompere l’alleanza fra popolari e populisti. Ne è convinto l’ex presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che, in un’intervista al quotidiano spagnolo “La Vanguardia”, ri

tovato su: Il Foglio

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Qualcuno glielo deve dire a Zingaretti. Intento nel suo improbo compito di togliere dagli abiti del Pd l’odore della Leopolda, deve guardarsi dal ritorno del renzicalcatismo. Sì, perché quello stile comunicativo che impastò politica e psicoanalisi contribuendo, tra le altre cose, alla disfatta di Telemaco, ha fatto di nuovo la sua comparsa.

Via radio Recalcati ha riproposto l’ennesima variante del canovaccio che prevede la messa a fuoco dell’avversario attraverso la lente analitica. Stavolta, in modo pacato. Non siamo più alle grida di incestuosità verso il polo grillino, alle mummie o alle sgarbatezze verso Di Maio. Oggi, con garbo, ci dice di poter dare soltanto ‘un giudizio clinico molto sommario’ . Cambia dunque il tono, ma non la sostanza. Sostenendo che Berlusconi e Salvini non li vedrebbe sul suo lettino (sic!), relegandoli dunque al rango di ‘inanalizzabili’, non cade stavolta nella patologizzazzione dell’avversario, ma inaugura il tempo dell’ inquadramento analitico ‘a loro insaputa’. E se i suddetti di fare un’analisi, con Recalcati non ne volessero sapere?

Il City smentisce, la Juve non nega, Guardiola sta zitto, ma intanto, le voci si rincorrono, gli avvistamenti si moltiplicano, gli indizi abbondano. E presto Guardiola potrebbe palesarsi a Torino, visto che, due giorni fa, intorno alle ore 12.50, la signora Cristina Serra, moglie dell’attuale tecnic

pubblicato da Libero Quotidiano

Juventus, gli Agnelli danno alla moglie di Guardiola una Maserati: mister in arrivo?

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Theresa May: «Mi dimetto il 7 giugno»

La premier britannica ha annunciato la data in cui lascerà la guida dei conservatori

tovato su: Il Corriere della Sera

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Milano. Ogni giorno porta una cattiva notizia per Huawei, l’azienda cinese di telecomunicazioni. La decisione del dipartimento del Commercio americano di impedire ai fornitori locali di fare affari con Huawei senza il consenso esplicito del governo ha provocato una concatenazione di annunci uno più

tovato su: Il Foglio

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Con Farage “siamo già in parola. Come con gli olandesi, i francesi e i tedeschi. Abbiamo vedute comuni anche con ungheresi e polacchi pur appartenendo a famiglie diverse. Possiamo fare davvero la rivoluzione in Europa”. Così il vicepremier Matteo Salvini, in un’intervista a La Stampa, delinea le strategie della Lega in vista delle elezioni Europee di domenica 26 maggio. È l’alleanza che il Carroccio sogna per cambiare la Ue: Wilders – che però rischia di rimanere con un solo seggio  Le Pen, Farage e AfD. Ma intanto i sovranisti guardano anche all’ala più estrema del Ppe, quella rappresentata da Viktor Orban. E lo stesso fa il premier ungherese che in un’intervista a Bild in edicola oggi svela: “Salvini in Italia fa un buon lavoro e per questo non bisogna escludere un’alleanza dopo le elezioni”. “Non voglio che il Ppe leghi il suo destino con la sinistra“, ha dichiarato il leader di Fidesz. Le proposte della sinistra sui migranti e sull’Europa sociale non sono in linea con i popolari, ha sottolineato Orban.

Archivi