Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Le imprese che coltivano e commerciano tabacco hanno tempo fino al 2 aprile per presentare le domande di finanziamento. I contributi del ministero delle Politiche agricole di Mario Catania (nella foto) si riferiscono alle disposizioni di un decreto ministeriale del 29 luglio 2009, che punta a incrementare la produzione nazionale. Il documento stabilisce che una somma di 20 milioni e 500 mila euro è destinata annualmente ai pagamenti supplementari in favore degli imprenditori tabacchicoli che, sulla base di un contratto di coltivazione, consegnano a un’azienda di trasformazione tabacco di qualsiasi varietà con esclusione del Nostrano del Brenta. Un ulteriore milione di euro è invece riservato ai produttori di tabacco da utilizzare per sigari di qualità con particolare riferimento alla specialità Kentucky. Gli incentivi sono di particolare interesse per le aziende tabacchicole della Campania, una regione nella quale si concentra il 93 per cento della produzione nazionale e dove le grandi multinazionali del tabacco hanno interessi rilevanti. Lo slittamento del termine per presentare le richieste di finanziamento, inizialmente previsto per metà marzo, ha dato respiro a un settore che rischia di essere danneggiato dalle normative europee, che puntano a determinare restrizioni sugli ingredienti dei prodotti tabacchicoli. Dovesse passare un simile orientamento l’economia campana subirebbe un contraccolpo durissimo: a rischio 40 mila posti di lavoro nel settore della produzione del tabacco e addirittura 200 mila addetti nella filiera. In regione sono oltre 9 mila gli ettari di terreno utilizzati dalle aziende del settore per una quota annuale di 390 mila quintali di tabacco.
Giu. Sil.

Rispondi

Archivi