Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

“Gli americani hanno inventato il fitness, noi abbiamo inventato il wellness” parola di Nerio Alessandri. Partito dal garage della propria casa dove ha messo a punto il primo attrezzo ginnico, si prepara a tagliare il nastro Technogym Village uno stabilimento da sessantamila metri quadrati in quella che ha definito la Wellness Valley. Tra passato e presente ci sono venticinque anni di produzione di attrezzi per le palestre ed un termine inglese che è entrato nelle menti degli italiani: il wellness, il benessere.

L’inaugurazione di sabato 29 settembre è già l’evento dell’anno visto che alla cerimonia, aperta a mille ospiti da più di sessanta paesi, ci sarà un poker di autorità internazionali, primo tra tutti il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. E non è l’unica personalità di spicco visto che sono attesi anche il ministro della Salute, Renato Balduzzi, il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera. A chiudere l’evento ci sarà anche Bill Clinton, già presidente degli Stati Uniti.

Impossibile sbagliare il luogo visto che l’indicazione per la Wellness Valley è inserita in pianta stabile anche nei cartelli dell’A14 insieme all’indicazione dell’uscita per Cesena, si trova infatti a un centinaio di metri dall’autostrada.

Nerio Alessandri ha reso noto tramite un comunicato stampa una sua dichiarazione. «Dopo oltre 25 anni di impegno per lo sviluppo e per la divulgazione della filosofia del wellness in tutto il mondo, il Technogym Village rappresenta il punto di partenza per il futuro di Technogym». Sarà sicuramente più coinvolgente durante il discorso inaugurale.

Mentre le grandi doti di Alessandri imprenditore sono note, resta un’incognita il suo profilo politico. Fa parte di Confindustria, vicino ad Emma Marcegaglia, ma non si è mai esposto pubblicamente su questo versante anche se la sua partecipazione alla Leopolda nel 2011, in occasione dell’evento “Big Bang” organizzato dal rottamatore per eccellenza Matteo Renzi, ha destato sorpresa. Ma non è scaturita nessun preciso indirizzo politico dell’imprenditore del colosso mondiale di attrezzi per le palestre che conta 2.200 dipendenti tra le filiali italiane e estere.

Nel corso della giornata non mancherà l’intervento del progettista Antonio Citterio che ha dato forma alla Wellness Valley che conta uno dei centri di Ricerca e Sviluppo più grande del mondo in cui sono impiegate duecento persone, quattromila metri quadrati di area Wellness capace di ospitarne ben 25 mila all’anno. All’interno della struttura all’avanguardia c’è anche un auditorium da 500 posti che costituisce la Technogym University.

L’evento inizierà alle 11 alla presenza del presidente Giorgio Napolitano, ci sarà il saluto del sindaco Paolo Lucchi , del patron Nerio Alessandri e del vice e fratello Pierluigi.

Nel pomeriggio, dalle 14, si svolgerà la ventesima edizione del Wellness Congress. E’ l’occasione per tracciare gli scenari presenti e futuri dell’economia del benessere. Una tavola rotonda medico-scientifica sulla obesità e le malattie croniche, con l’apporto di luminari di tutto il mondo, promette di essere un altro momento di grande interesse e d’attualità. E’ inoltre atteso un intervento del ministro allo Sviluppo economico, Corrado Passera. Il Wellness Congress si chiuderà con le parole di Bill Clinton, già Presidente degli Stati Uniti, che parlerà dell’impegno suo personale e della sua Fondazione nella promozione della salute, con particolare attenzione alla lotta all’obesità infantile.

Una curiosità: uno dei primi testimonial di Technogym è stato un americano doc: Sylvester Stallone.

di Alessandro Mazza

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi