Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

“I confidi del Mezzogiorno sono eccessivamente frammentati, il che rappresenta un indubbio disvalore”. Lo denuncia Giuseppe Castagna, presidente Abi Campania, nell’ambito del convegno sul tema “Le Camere di commercio e l’economia di crisi: idee e strumenti per un nuovo modello Italia” promosso nell’ambito della prima edizione del “Laboratorio del credito” in corso presso l’ente camerale partenopeo. “Le banche – spiega Castagna – possono considerare valide solo le garanzie fornite dai condifi con dimensioni importanti, tutti gli altri invece non saranno degli interlocutori possibili per gli istituti di credito”. L’aggregazione è fondamentale e lo dimostrano i fatti: nel Mezzogiorno so concentra il il 49 per cento dei confidi, i quali però erogano meno del 10 per cento di quelli complessivamenmgte concessi sul piano nazionale. “Le banche, per quanto radicate sul territorio, incontrano dei limiti oggetti nella capacità di erogare il credito. Questi limiti sono dovuti sia a una non completa conoscenza del territorio, sia ai limiti imposti dagli accordi di Basilea 3. Per questo – conclude il numero uno di Abi campania – la collaborazione con i sistemi camerali si fa essenziale”.

Rispondi

Archivi