Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Autorizzare l’utilizzo dei fondi risparmiati dai Comuni della Campania e non assistiti da contributo regionale: la proposta depositata ieri in Consiglio regionale porta la firma di Sergio Nappi (nella foto) del gruppo Caldoro Presidente. Si tratta di modificare la legge numero 4 dello scorso anno, che al comma 248 abroga diverse disposizioni relative alle economie realizzate su mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti. Il procedimento è molto tecnico, ma se dovesse passare la proposta Nappi le amministrazioni comunali campane avrebbero a disposizione immediatamente risorse da reinvestire. “La norma della legge 4 del 2011 – spiega il consigliere regionale – mira evidentemente a bloccare l’utilizzo delle economie risultanti dalla realizzazione di opere pubbliche per le quali è stato assegnato un contributo da parte della Regione a copertura del capitale investito o degli interessi maturati sui mutui”. Il problema che si intende eliminare, secondo Nappi, “sta nel fatto che questa disposizione blocca anche l’impiego dei soldi che fanno parte del bilancio dell’ente e che non sono stati spesi”. La modifica è necessaria perché la Cassa Depositi e Prestiti chiede l’autorizzazione della Regione per concedere il via libera al reimpiego delle economie di cassa, senza fare distinzione circa la loro provenienza. “Con l’approvazione della proposta di legge che ho sottoposto all’attenzione del Consiglio – spiega Nappi – la quota parte dei fondi risparmiati non assistita dalla Regione, e spesso determinata dal comportamento virtuoso dei Comuni, potrà essere riutilizzata per la realizzazione di opere pubbliche”. E forse sbloccherà anche molti pagamenti a beneficio delle imprese.

Rispondi

Archivi