Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

È stato dimezzato il debito corrente dell’Asl Napoli 1. A comunicarlo il commissario straordinario dell’azienda sanitaria, Maurizio Scoppa che auspica il pareggio di bilancio entro fine anno. Il deficit del 2011 è sceso a 298 milioni di euro, circa il 55 per cento in meno dei 460 milioni del 2010. “Un risultato – dice Scoppa – ottenuto senza fare tagli alla spesa sanitaria, ma eliminando gli sprechi, riducendo le spese inutili, senza incidere sulla qualità”. Nel dettaglio, spiega Scoppa, sono stati ridotto del 10 per cento gli sprechi sull’acquisto di beni e del 5 per cento dei servizi, ridotti di circa il 20 per cento i costi del personale e di quasi il 50 per cento le spese derivanti dai pignoramenti. Inoltre -continua- grazie alla riorganizzazione degli uffici, pagamenti stanziati e fermi in tesoreria sono stati corrisposti ai creditori. Resta invece la spada di Damocle del debito consolidato, in origine di 1 miliardo e 300 mila euro e, dice Scoppa, ora sceso sotto il miliardo.

Rispondi

Archivi