Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

I giudici italiani sono tutt’altro che scansafatiche: nel 2008, i civilisti hanno portato a termine circa un milione di cause in più rispetto ai colleghi europei considerati dal Rapporto Cepej 2010, ponendosi al secondo posto per produttività dopo gli omologhi russi. Allo stesso tempo, però, i nostri tribunali scontano il peso del maggior numero di cause ancora pendenti, 4 milioni nel civile. A fare chiarezza sul mondo della magistratura italiana, descrivendone accesso, organizzazione, caratteristiche, evidenziandone le difficoltà ma anche sfatando, dati alla mano, alcuni miti in negativo, è il volume che Michele Vietti, vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, ha pubblicato per Egea dal titolo “La fatica dei giusti. Come la giustizia può funzionare, che si presenta oggi a Napoli”, all’Accademia Pontaniana. Il vero problema della nostra giustizia, spiega Vietti, è che le aule dei tribunali civili e penali sono invase ogni anno da un numero esorbitante di nuove cause.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi