Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

La fragile situazione in cui si trova l’Italia pesa anche su Fiat. “L’incertezza politica crea incertezza nei mercati e questo non aiuta chi come noi deve vendere auto”, ha detto l’amministratore delegato Sergio Marchionne, sottolineando che “la certezza di governabilità dell’Italia è necessaria e ora non l’abbiamo”. Il numero uno di Fiat ha si è poi espresso senza sbilanciarsi su quale possa essere la soluzione migliore per il governo del Paese. “Un numero davvero grande di italiani ha chiesto con il voto un cambiamento“, ha detto, “e se vogliamo ignorarlo la conseguenza sarà l’instabilità”.

Il numero uno di Fiat, intervenuto al salone di Ginevra, ha spiegato che “l’ingovernabilità non porterà al rinvio degli investimenti a meno che non ci sia una decisione drastica come l’uscita dall’euro”. E ha avvertito che “il 2013 per noi sarà più o meno come il 2012, sempre al traino degli Stati Uniti”, precisando che non è previsto ”nessun aumento di capitale per le quote Veba” di Chrysler.

“Dobbiamo stabilire una valutazione chiara per le quote Chrysler detenuta da Veba e vedere se è possibile che Fiat rimpiazzi l’ipo e dia la liquidità al trust’’, ha aggiunto, ricordando che “è iniziato il processo di analisi di valutazione degli intermediari finanziari, dobbiamo verificare i potenziali candidati”. Riferendosi alla vertenza per il rinnovo del contratto del gruppo, Marchionne ha avvertito che “il contratto si farà”, perché “le difficoltà non sono insormontabili”.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi