Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Anders Behring Breivik al processo

“Non riconosco i tribunali norvegesi. Avete ricevuto il vostro mandato da partiti politici che sostengono il multiculturalismo”. Così Anders Behring Breivik, il fanatico estremista di destra si è rivolto ai giudici del tribunale di Oslo davanti ai quali, questa mattina, è stato portato per affrontare il processo come autore della strage di Utoya, costata la vita a 77 persone. Breivik, che si è dichiarato “scrittore” ha salutato le famiglie delle vittime con il braccio teso ed il pugno serrato. Un saluto, spiega Breivik nel suo manifesto, che rappresenta “la forza, l’onore e la sfida ai tiranni marxisti d’Europa”.

L’uomo ha lasciato il carcere dove è rinchiuso poco prima delle 8, a bordo di un pulmino scortato dalla polizia. L’area attorno al tribunale è stata chiusa e il passaggio è autorizzato solo per chi è dotato di permesso. Tutti devono superare controlli di sicurezza. L’edificio del tribunale, controllato da poliziotti armati, è stato passato ieri al setaccio anche con l’aiuto di cani. Lo spazio aereo di Oslo è stato vietato ai piccoli aerei. Il processo si aprirà con la presentazione dei capi d’accusa. Successivamente, Breivik potrà dichiararsi colpevole o innocente.

L’estremista di destra, 33 anni, sarà interrogato domani. Il processo dovrebbe durare dieci settimane.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi