Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

La Grecia non sarà il “cavallo di Troia” che aprirà a Mosca le porte dell’Europa. Parola di Vladimir Putin: “Voglio assicurare che noi non intendiamo usare nulla dentro la Ue per risolvere in modo frammentario il problema del miglioramento dei rapporti con tutta l’Unione Europea”, ha detto a margine del vertice con il leader ellenico Alexis Tsipras, dopo aver ambiguamente dichiarato che “la Grecia non ha chiesto alla Russia aiuti finanziari, ma i prestiti nel quadro della cooperazione sono possibili”.  Cooperazione, ormai è assodato benché l’accordo non sia stato ancora formalizzato, che avrà un punto di partenza nel progetto per il Turkish Stream, il nuovo gasdotto russo-turco che Mosca ha annunciato dopo la cancellazione del South Stream dove secondo Putin la Grecia potrebbe diventare “uno dei principali centri per la distribuzione energetica” in Europa, e ciò può “aiutare ad attrarre investimenti importanti nell’economia greca e a creare posti di lavoro”. Dal canto suo Atene  si è detta “interessata” al Turkish Stream e a “studiare possibili iniziative di investimento” per realizzare un allacciamento al nuovo gasdotto russo-turco. Altro fronte che si potrebbe saldare è quello dell’agroalimentare con la creazione di una joint venture nel settore agricolo. Un modo come un altro, insomma per aggirare l’embargo che la stessa Russia ha imposto a produttori europei e che non potrebbe essere revocato alla sola Atene.

The post Grecia, Putin: “Atene non sarà il nostro cavallo di Troia per l’Europa” appeared first on Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi