Albon: “Volevo di più”

Formula 1 Sport

L’ennesima difesa da parte dei vertici della Red Bull, Chris Horner in testa, ha giovato solo in parte alle prestazioni di Alex Albon. Il team principal della scuderia di Milton Keynes aveva “accusato” il traffico nel commentare il nono posto della seconda guida nelle PL3 del Gran Premio di Spagna sul circuito del Montmeló. Dicendosi anche sicuro che Albon si sarebbe rifatto in qualifica. Il miglioramento c’è stato, certo, e la sesta posizione strappata in griglia è la seconda miglior qualifica stagionale dopo quella del Gran Premio d’Austria. Ma non può essere ancora pienamente soddisfacente per la seconda guida della Red Bull. Sì, Max Verstappen è un fenomeno, ma Albon nel Q3 si è preso oltre sette decimi dal compagno di squadra. E ha faticato a tenere a bada un Pierre Gasly distante solo un decimo su AlphaTauri. Queste le dichiarazioni del giovane alfiere Red Bull al termine delle qualifiche del Gran Premio di Spagna.

Alex Albon (6°, 1:17.029): “Penso che qui il degrado sia un po’ più accentuato, mentre la settimana scorsa è stata più una questione di blistering. Se così fosse, la Mercedes sarebbe abbastanza forte. Questo sabato non è stato un granché, volevo qualcosa di più. Avevo più feeling con il treno di gomme usate rispetto ai pneumatici della Q2: dobbiamo capire il perché. Possiamo comunque fare una buona gara dalla sesta posizione, ed è stato un miglioramento rispetto agli ultimi due fine settimana. I sorpassi su questa pista sono molto difficili, quindi era importante qualificarsi più avanti, ma c’è ancora del lavoro da fare e devo ancora trovare un po’ di ritmo il sabato. Speriamo di poter disputare una buona gara domani e per quanto riguarda i sorpassi dovremo usare anche la strategia“.



Go to Source

Commenti l'articolo