All’asta la maglia della ‘Mano de Dios’, base di oltre 5 mln

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 06 APR – La maglia che Diego Maradona indossò contro l’Inghilterra ai Mondiali del 1986, in Messico, realizzando un gol con la mano e uno dopo avere dribblato l’intera difesa avversaria, verrà messa all’asta su internet. Lo ha annunciato la società Sotheby’s. Per più di 35 anni, questa maglia azzurra dell’Argentina, con il numero 10, è stata di proprietà dell’ex centrocampista inglese Steve Hodge, che la scambiò con il ‘Pibe de Oro’ al termine di quella partita vinta dagli argentini per 2-1 e disputata sul terreno dello stadio Azteca il 22 giugno 1986. La maglia era stata donata al National Football Museum di Manchester, per essere esposta.    Sotheby’s, che a sua volta lo esporrà nella propria sede londinese durante la vendita su Internet (20 aprile-4 maggio), ha fissato il prezzo di partenza a 4 milioni di sterline (oltre 5 milioni di euro). Il record dell’asta è stato fissato nel 2019 a 5,6 milioni di dollari per una maglia indossata dalla leggenda del baseball americano Babe Ruth, alla fine degli anni ’20. Al 6′ st di quella partita, subito dopo un pallone deviato nella propria area da Hodge, Maradona si elevò davanti al portiere inglese Peter Shilton e, facendo finta di segnare di testa, lo infilò, spingendo il pallone con una mano. ‘La mano de Dios’, disse il capitano argentino dopo la partita. Quattro minuti dopo, Maradona realizzò uno dei gol più belli del secolo scorso.    “Potrebbe esserci molta richiesta sul mercato per questo oggetto” – prevede il responsabile di Sotheby’s, Brahm Wachter -. Può andare a un museo, a un club, a collezionista o, forse, a qualcuno che vuole il meglio del meglio”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source