Anche il Nürburgring punta al pubblico

Formula 1 Sport

È come se Imola avesse spianato una strada peraltro già sondata da altri circuiti. La Formula 1 oggi, 24 luglio, ha ufficializzato gli ingressi del circuito del Santerno, di Portimão e del Nürburgring nel calendario del 2020. Un calendario eurocentrico, senza tappe nelle Americhe ma, nei piani del Circus c’è la speranza di spostarsi in Asia, dopo Imola. Le porte chiuse rappresentano uno degli elementi-cardine di questa stagione, per motivi legati alla pandemia del Coronavirus. Eppure il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ha annunciato di voler aprire il Gran Premio dell’1 novembre a poche migliaia di spettatori, anche perché ci sono oltre tre mesi per organizzare l’evento.

GP Emilia Romagna aperto al pubblico

Il Nürburgring torna in calendario dopo sette anni di assenza. Anche gli organizzatori del circuito tedesco starebbero pensando ad accogliere un numero limitato di spettatori per il Gran Premio in programma l’11 ottobre: “Naturalmente siamo pieni di aspettative per l’evento e anche orgogliosi di essere riusciti a riportare la Formula 1 al Nürburgring“, ha detto a Motorsport Week il responsabile del circuito Mirco Markfort. “Le possibilità erano diventate sempre più alte nelle ultime settimane. Il dialogo con la F1 è sempre stato proficuo e costruttivo, siamo riusciti a trovare una soluzione che va bene a entrambe le parti. Per noi è sempre stato importante che l’evento fosse sostenibile anche dal punto di vista economico“.

Calendario 2020: il punto della situazione

Nürburgring rappresenterà dunque la Germania (anche se l’intitolazione sarà GP di Eifel) al posto di Hockenheim, che ha pagato le restrizioni della regione del Baden-Württemberg. Al momento, le gare in calendario sono dunque salite a 13: l’obiettivo di stilare un calendario da almeno 15 GP è sempre più vicino.



Go to Source

Commenti l'articolo