Andreazzoli, sfida con Cagliari è crocevia salvezza

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – EMPOLI, 12 FEB – La sfida fra Empoli e Cagliari è un momento topico del campionato in ottica salvezza. Anche per il tecnico Aurelio Andreazzoli: “Non posso dire di no, anche se sono tutte le gare importanti questa sembra esserlo un po’ più delle altre – ammette l’allenatore dell’Empoli -. La affrontiamo col piglio che deve avere una squadra che deve cercare un obiettivo importante”.    Il Cagliari arriva a Empoli in un periodo di grande salute: “Noi li analizziamo e cerchiamo di non subirli – aggiunge l’allenatore dell’Empoli -. I numeri che mi interessano di più sono le ultime cinque gare, visto che hanno due punti di media a partita. Sono molto in salute e hanno preso una strada che riconoscono di più”.    Nell’ultima gara di Bologna hanno giocato tutti e tre i nuovi arrivati: “A me interessano giocatori sani, non abbiamo fretta per il loro inserimento. Sappiamo che sono arrivati con una messa a punto non ottimale escluso Cacace perché aveva già disputato molte partite. Quindi non vogliamo affrettare nulla, si sono inseriti bene a Bologna, procediamo con questo ordine di idee”.    Anche domani ci sarà il dubbio tattico, una punta e due trequartisti, o viceversa. La prima è la soluzione più utilizzata ultimamente: “Non è una situazione definitiva, non c’è nulla di definitivo. Abbiamo percorso queste strade a seconda delle necessità ma il sistema non nasce per mettere a posto un calciatore o due. Ma nasce per mettere a posto la squadra. Dipende molto dall’avversario e dal momento, noi ci alleniamo in tutte e due le maniere per farci trovare pronti”.    (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source