Aspi, revoca concessioni resta in piedi

Formula 1 Sport

Il tormentone tra Aspi e la revoca delle concessioni sembra non finire mai. La situazione inizia ad assumere anche contorni abbastanza grotteschi, visto che si protrae da diversi mesi e ad oggi chiunque venga interpellato continua a spiegare che qualsiasi scenario è ancora al vaglio del governo. L’ultimo a farlo è stato proprio un membro dell’esecutivo, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che ha evidenziato come la revoca delle concessioni autostradali non sia ancora una possibilità da escludere.

Genova, i Benetton contestati alla commemorazione

“Siamo qui a ricordare che le famiglie delle 43 vittime del ponte Morandi meritano rispetto – ha scritto Di Maio sul proprio profilo Facebook nella giornata di ieri – Per questo si è raggiunto un accordo per allontanare i Benetton dalla gestione di Autostrade. Ma se qualcuno pensa di tornare sui propri passi troverà sempre la nostra resistenza. Vigileremo costantemente, quotidianamente. La revoca rimane sul tavolo, non è mai stata esclusa. Giustizia sarà fatta definitivamente solo quando i Benetton saranno totalmente fuori da Aspi”. L’ex capo politico del Movimento 5 Stelle non intende quindi abbassare i toni, inducendo tutti gli addetti ai lavori a intendere che o si gioca alle regole del governo o altrimenti le concessioni ad Aspi verranno rimosse. “Lo Stato ha il dovere di tutelare i propri cittadini, ha il dovere di mettere in sicurezza il Paese. Lo stato deve dimostrare di esserci. Sempre”, conclude il post.



Go to Source

Commenti l'articolo