Atalanta: Gasperini, errori costringono a rincorrere

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – BERGAMO, 30 OTT – “Uno splendido primo tempo di assoluto livello, per ritmo e intensità, ma Lazio ha qualità e prontezza per sfruttare le opportunità. Mi aspettavo di più dal secondo, anche se abbiamo sempre fatto noi la partita”. Gian Piero Gasperini è contento a metà per il 2-2 in extremis della sua Atalanta: “Se fai qualche errore di troppo, come nel secondo gol ospite, poi lo paghi e sei obbligato a rincorrere – spiega il tecnico nerazzurro -. E’ stato uno scontro di livello tra squadre di livello, giocato sempre con grande spirito: noi negli ultimi anni siamo sempre arrivati davanti strappandole il posto in Champions, ma è una rivalità che prima non esisteva. Sono sempre partite molto belle, con gol e opportunità sui due fronti”. C’è l’elogio dell’avversario: “La Lazio è un’ottima squadra, organizzata che ha appena cambiato il modo di giocare: non era facile assimilarlo dopo anni di Inzaghi. Oggi magari ha privilegiato la difesa ma l’ha fatto molto bene – prosegue -.    Con Sarri c’è condivisione di idee sul calcio: ci sono situazioni per cui tutti dobbiamo dare un contributo per migliorarlo (riferito al Var e all’interpretazione degli episodi, ndr)”.    Poi analizza i reparti e singoli: “La difesa ha fatto bene contro tre giocatori offensivi così tecnici: il primo gol l’abbiamo preso schierati, sul secondo abbiamo perso un pallone.    Bene Demiral e bene De Roon, ha testa e doti fisiche per giocare fuori ruolo – spiega Gasperini -.In attacco come precisione anche nei passaggi manca ancora una virgola. Zapata sta facendo un gran campionato, a volte vorrei risparmiargli qualche spezzone ma poi vedo che ha una grande condizione. Musso? Solo un cieco può non vedere che si tratta di un portiere di assoluto valore”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source