Autostrade, Cdp: cessione in un’unica tappa

Formula 1 Sport

[Rassegna Stampa] Entro il 3 agosto Atlantia dovrebbe firmare un pre-accordo con Cassa Depositi e Prestiti, una tappa cruciale per il trasferimento delle quote di maggioranza di Autostrade per l’Italia dalla società controllata in maggioranza dalla famiglia Benetton allo Stato. Le parti, al momento, non hanno ancora trovato un accordo, con Cdp che scarta l’ipotesi iniziale di un’operazione in due tempi e suggerisce un percorso unico più lineare, trasparente e veloce ad Atlantia, che prende tempo per studiare la proposta.

Autostrade, il piano che abbassa i pedaggi

Il percorso proposto da Cdp, che venerdì scorso ha mandato la sua bozza del memorandun of understanding, lascia fredda Atlantia. Che sulla cessione di Autostrade prende tempo e, come era nell’aria da giorni, fa slittare di qualche giorno il termine per la firma che comunque dovrebbe arrivare entro il 3 agosto, giorno in cui è fissata l’inaugurazione del nuove ponte San Giorgio a Genova. I vertici della holding dei Benetton stanno studiando la proposta che funge da cornice a tutta l’operazione ed entro “pochissimi giorni” dovrebbero inviare un riscontro a Cdp: dagli ambienti della società filtra però una certa perplessità. Anziché un’operazione in due tempi come era stato ipotizzato dopo l’intesa del 14 luglio col governo […] Cdp punta infatti su un’operazione unica al momento della quotazione di Aspi in modo da assicurare a tutti la massima trasparenza. Intervistato da Skytg24 il ministro dello Sviluppo Patuanelli parla di “un’operazione a condizioni di mercato”, confermando la necessità di mantenere il controllo pubblico su un asset tanto importante. Il nuovo percorso certamente più lineare e probabilmente anche più veloce rispetto alla prima ipotesi, secondo altre fonti di governo, avrebbe poi il pregio di evitare una guerra sul valore da attribuire alla società da parte dei soci di minoranza e dei fondi che hanno investito in Aspi e in Atlantia e che in questi ultimi giorni si mostrano particolarmente agguerriti e che potrebbero anche decidere di passare alle vie legali […].Paolo Baroni, La Stampa



Go to Source

Commenti l'articolo