Binotto conferma la versione di Vettel sull’addio

Formula 1 Sport

Nel comunicato congiunto dello scorso 12 maggio, nel quale si ufficializzava la separazione a fine 2020 tra Sebastian Vettel e la Ferrari, il team principal Mattia Binotto aveva evidenziato che la decisione era stata “presa insieme al pilota tedesco“, asserendo di una “comune e amichevole constatazione” che era arrivato il momento di separare i rispettivi percorsi. Perciò hanno suscitato un po’ di stupore le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa del giovedì dell’Austria da Sebastian Vettel, che aveva commentato: “Mattia Binotto mi ha chiamato e mi ha detto che non ci sarebbe stato più spazio per me in Ferrari. Ne sono rimasto molto sorpreso. Non c’è mai stata alcuna offerta da parte della Ferrari per continuare“.

Vettel: “Sorpreso dall’addio, da Ferrari mai un’offerta”

La risposta ufficiale della scuderia di Maranello è arrivata nella giornata di venerdì, nel corso della conferenza stampa dei responsabili delle squadre, alla quale ha preso parte anche Mattia Binotto. L’ingegnere reggiano ha confermato la versione del quattro volte campione del mondo: “Sebastian era la nostra prima scelta durante l’inverno. Ma la situazione è cambiata nel corso della pandemia. È stato introdotto un budget cap più aggressivo, le regole inizialmente previste per il 2021 sono state ritardate e sono stati bloccati gli aggiornamenti aerodinamici. Noi abbiamo dovuto rivedere la nostra posizione, e l’abbiamo comunicato a Seb. Lui si è detto sorpreso, e io gli credo. Ancora oggi non sono completamente sicuro che sia d’accordo con la decisione. Ma lo rispetto enormemente, sia a livello professionale che umano“, ha concluso il team principal Ferrari.



Go to Source

Commenti l'articolo