BMW X3, ecco come potrebbe essere il MY 2022

Formula 1 Sport

Il facelift della BMW X3 attesa nel 2022 è ormai cosa quasi fatta e Kolesa si è già immaginato come potrebbe essere l’aspetto definitivo del nuovo SUV della casa dell’elica. Il modello attualmente in produzione ha visto per la prima volta le luci della catena di montaggio tre anni fa, così BMW ha pensato di dare una bella rinfrescata al look. Che, almeno a giudicare dai rendering pubblicati da Carscoops, potrebbe non subire modifiche eccessive. Negli scorsi mesi sono stati avvistati diversi prototipi camuffati per nascondere le modifiche effettuate dai designer. Aspettando il debutto del 2022 un rendering è quindi quello che ci vuole per provare a immaginare il risultato finale.

Essendo un restyling di metà carriera è lecito attendersi modifiche di dettaglio e comunque nessun cambiamento radicale. L’auto d’altronde ha riscosso un buon successo commerciale e non ci sarebbe motivo di stravolgerne la linea. A cambiare saranno senz’altro i fari anteriori, più accigliati come sulla sorella maggiore X5, e le prese d’aria dei paraurti, più nette e semplici. La forma dei fanali posteriori dovrebbe rimanere invariata fatta eccezione per la nuova firma luminosa a LED. Il rendering di Kolesa evidenzia anche un paraurti posteriore decisamente più muscoloso rispetto al modello attualmente in produzione. Sempre in coda spariscono i due terminali di scarico rotondi, che lasciano il posto a una coppia di elementi di forma rettangolare.

BMW X3, cambio look entro il 2022

BMW non dovrebbe apportare sostanziali modifiche alla gamma motori del nuovo SUV. La X3 continuerà a essere offerta con i soliti propulsori a benzina e a gasolio, cui si aggiungerà almeno una variante ibrida plug-in. Ai vertici della gamma continuerà a esserci la grintosissima versione M, spinta dall’ormai collaudassimo sei cilindri in linea 3.0 biturbo. La potenza della versione ad alte prestazioni della X3 sarà di 473 cavalli, che saliranno a 503 nell’ancor più performante variante Competition.
Foto: Carscoops



Go to Source

Commenti l'articolo