Bologna

Pubblicità
Pubblicità

 Un gladiatore in panchina, Mihajlovic, un altro in attacco, Arnautovic. Il Bologna parte da questi due punti fermi per alimentare le speranze di un torneo vicino all’Europa. L’attaccante austriaco ha forza, talento ed esperienza, oltre che un carattere difficile che gli ha fatto fallire nel 2010 l’occasione nell’Inter del triplete. Dopo la remunerativa trasferta cinese, e la dignitosa prova agli Europei, torna in Italia e farà da chioccia ai giovani dell’attacco. Si aspetta l’esplosione di Barrow riscattato a 19 mln, che giochera’ dietro l’austriaco con Orsolini e Soriano. Oltre a Palacio sono andati via Danilo e Poli. In difesa e’ arrivato Bonifazi mentre il pezzo pregiato Tomiyasu dovrebbe restare, a meno di un’offerta di almeno 25 mln (che potrebbe arrivare dal Tottenham). Stesso discorso per gli ambiti Svanberg e Schouten. Ma il mercato e’ ancora lungo per cui molte prospettive potrebbero cambiare. Potrebbe essere l’ultimo a Bologna del dt Sabatini che prova a prendere il difensore Theate. La squadra sembra comunque attrezzata per migliorare il suo rendimento e incentivare le sue ambizioni di avvicinamento alla qualificazione europea.
Formazione (4-2-3-1): Skorupski, Tomiyasu, BONIFAZI, Soumaoro, Dijks,, Schouten, Svanberg, Orsolini, Soriano, Barrow, ARNAUTOVIC. Allenatore: Mihajlovic.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source