Calcio: Italiano, allenare la Fiorentina per me è una sfida

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – FIRENZE, 01 AGO – “Allenare la Fiorentina per me è una sfida”. Così Vincenzo Italiano ai canali ufficiali del club all’indomani della conclusione del ritiro in Trentino a Moena.    “E’ una sfida che ho accettato perché penso che questa sia una squadra di qualità, con tanti giocatori forti che forse non hanno ancora espresso il proprio valore – ha aggiunto il neo allenatore viola – Ed è anche una sfida con me stesso per cercare di conquistare qualcosa di importante. Mi auguro soddisfazioni da tutti i punti di vista, nel crescere i calciatori e nel migliorare quanto è stato fatto la scorsa stagione. Sono qui per ottenere risultati e prendermi volentieri la responsabilità per cercare di ripagare chi mi ha voluto a Firenze. Vorrei che la Fiorentina diventasse come quella squadra che mi faceva paura quando l’affrontavo da giocatore, con un’identità forte, un gruppo e capace di essere sempre all’altezza”.    Gli sono bastate poche settimane di lavoro per capire di aver trovato “un ambiente straordinario: è la prima volta che vengo accolto così, sono rimasto stupito”. Poi sui colleghi ai quali si ispira: “Guardiola per tutto quel che ha fatto, lo stesso Sarri con il Napoli e il Chelsea, Klopp, Luis Enrique… Sarebbe bello inoltre riproporre in altri Paesi il modello-Barcellona che gioca sempre allo stesso modo a prescindere da chi lo allena. Anche Zeman è sempre stato fonte di ispirazione per il modo con cui sa mandare in gol le sue squadre”.    Dopo due giorni riposo Italiano riprenderà martedì la preparazione a Firenze: attesi i nazionali Pezzella, Martinez Quarta, Nico Gonzalez, Pulgar e Castrovilli. Capitolo mercato: restano aperte le piste Zappacosta, Nastasic e Orsolini e da definire il rinnovo di Vlahovic e le possibili cessioni di Lirola, Kouamé e Milenkovic. Su quest’ultimo si sta facendo forte l’interesse del West Ham. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source