Calcio: Italiano, Con il Bologna dobbiamo tornare a vincere

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – FIRENZE, 12 MAR – ”Abbiamo bisogno di tornare a vincere e a gioire e di dare un segnale a noi stessi reagendo agli ultimi tre risultati negativi”. Vincenzo Italiano suona la carica alla vigilia della gara interna con il Bologna: l’ultimo successo della Fiorentina risale al 20 febbraio contro l’Atalanta, da allora sono arrivate le sconfitte con Sassuolo e in Coppa Italia con la Juve e il pari casalingo con il Verona.    ”Domani voglio una Fiorentina concentrata, aggressiva e concreta: siamo al completo e ci siamo preparati bene ma una squadra è forte quando riesce a indirizzare le sorti di una partita – l’ammonimento del tecnico viola – Il Bologna merita attenzione e ha giocatori come Arnautovic che è un campione”- l’avvertimento di Italiano che pungola da tempo i suoi esterni ad essere più incisivi: ”Chiamiamoli d’ora in avanti attaccanti – ha detto riferendosi a Nico Gonzalez e compagni – Devono aumentare la loro presenza in zona gol. Se cominceranno potremo ambire a qualcosa di importante.. Ridimensionati in caso di mancato successo? Abbiamo questa classifica perché abbiamo dimostrato di essere bravi e vogliamo rimanerci, però non dobbiamo avere l’ossessione di fallire. La squadra deve giocare spensierata e convinta della sua forza”. 25 i convocati compresi Bonavenura cui è stato stato scontato il 2° turno di squalifica, Odriozola e Nastasic reduci da problemi fisici.    Molti i dubbi che il tecnico scioglierà al solito in extremis, fra le certezze c’è però Piatek, 6 reti in 9 gare: ”’Mi hanno impressionato la sua professionalità e la sua voglia ogni giorno di migliorare, sembra un ragazzino. Comunque ha solo 26 anni quindi ancora tanti margini di crescita”. Chiusura sul progetto di ristrutturazione del Franchi: ”Mi pare qualcosa di importante per la città e per i tifosi, già adesso questo stadio con le curve distanti riesce a dare una spinta incredibile, figurarsi dopo. Per non parlare dell’area verde prevista all’esterno”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source