Calcio: Premier; giocatori ancora in ginocchio contro razzismo

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 03 AGO – I calciatori delle venti squadre di Premier League continueranno a mettersi in ginocchio prima delle partite della stagione che sta per iniziare, portando avanti la loro campagna contro il razzismo. La decisione dei giocatori, presa dopo la riunione fra i capitani, è “sostenuta incondizionatamente dalla Premier League”, spiega una nota, in cui si aggiunge che sulle maniche delle magliette delle squadre e degli ufficiali sarà ancora apposta la scritta “No Room For Racism”, non c’è spazio per il razzismo.    “Sentiamo che ora più che mai sia importante per noi continuare a metterci in ginocchio come simbolo della nostra unità contro ogni forma di razzismo”, dichiarano i calciatori, che anche al termine dell’Europeo si sono uniti contro questo genere di attacchi nei confronti dei nazionali inglesi colpevoli di aver sbagliato i rigori nella finale con l’Italia. “Rimaniamo assolutamente impegnati – proseguono – sul nostro unico obiettivo di sradicare il pregiudizio razziale dovunque esista”.    La Premier League, come ha chiarito il suo capo esecutivo Richard Masters, “continuerà a supportare la voce forte dei calciatori su questo tema importante” ed “continuerà a lavorare con i club, i giocatori e i partner del calcio per portare un cambiamento tangibile, in modo da rimuovere la disuguaglianza dal nostro sport”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source