Calcio: Sottil,a Cagliari prestazione seria nonostante infortuni

Pubblicità
Pubblicità

“La sosta è andata bene, ci si sta allenando ad alta intensità e l’infortunio fa parte del nostro lavoro, qui si lavora seriamente e con qualità. Si è fatto tutto ciò che dovevamo in termini di preparazione dei giocatori arrivati, anche all’ultimo come Davis. L’infortunio purtroppo non si può controllare, fa parte della storia degli allenamenti ad alta intensità e di una squadra che gioca a calcio, faremo con quelli che abbiamo”. Lo ha detto l’allenatore dell’Udinese, Andrea Sottil, nella conferenza stampa della vigilia della trasferta a Cagliari.    “Ranieri è un allenatore pragmatico, con concetti chiari, sa tirare fuori tanto dai suoi calciatori, parla la sua carriera per lui – ha aggiunto – Ho un bel ricordo del mister, una persona schietta, diretta. Ha preso l’anno scorso un Cagliari non lanciato per vincere la Serie B, lo ha formato e gli ha dato la sua identità come fa con le squadre che allena. Ha vinto il campionato combattendo fino all’ultimo secondo con il Bari.    Anche quest’anno ha dato la sua impronta, la categoria ora è diversa, ma mi aspetto una partita tosta, dove bisognerà vincere i duelli, correre tanto e bene”.    “L’unica cosa che mi dispiace è che la partita venga giocata in Sardegna a settembre alle 12.30 – ammette il tecnico dei friulani – servirebbe un po’ di attenzione, ci aspettano 40 gradi, non è una scusa, ma alle 12.30 ora magari giochi in Piemonte o in Friuli dove di gradi ce ne sono 25”.    “Ho scelto questo mestiere perché lo volevo fare, se non avessi voluto pressioni o critiche me ne sceglievo un altro e restavo a casa, ho una bella casa a Siracusa – ha concluso, rispetto all’avio incerto della sua formazione – E’ una componente del lavoro e mi concentro solo su questo, ripetizione e ripetizione, questa squadra ha cambiato tanto, sicuramente bisogna dare del tempo inevitabilmente perché bisogna che qualcuno si adatti alla Serie A, c’è il mercato, gli infortuni, però lavoriamo e non sento la pressione, esiste sempre a questi livelli e in questa categoria. Domani vogliamo trovare un grande risultato, questo sì: penso solo a migliorare i giocatori e il gioco”.   
Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source