Caos al via: reprimenda per 12 piloti, ‘assolto’ Bottas

Formula 1 Sport

La Direzione Gara ha fornito la sua interpretazione dello spaventoso incidente che ha pesantemente condizionato il GP di Toscana di oggi, mettendo fuori gioco ben cinque vetture in un colpo solo alla prima ripartenza dietro la Safety Car della giornata. In molti nelle interviste post gara si sono lamentati per presunte azioni di accelerazione e frenata da parte di chi guidava la ripartenza dietro la vettura di sicurezza. Il leader della gara in quel momento era Valtteri Bottas, che ha scelto di dare una forte accelerata per ripartire solo pochi metri prima della linea del traguardo. Dietro di lui però si è scatenato il finimondo.

Il pilota finlandese della Mercedes è stato tuttavia ‘assolto’ in maniera esplicita da qualsiasi responsabilità. Nel documento diffuso dalla FIA infatti si può leggere che “il pilota della vettura 77 (Valtteri Bottas) e gli altri piloti coinvolti nella ripartenza e non menzionati sopra, hanno rispettato il regolamento. La monoposto #77 aveva il diritto, secondo il regolamento, di dettare il ritmo”. A finire nel mirino della giuria di gara sono invece stati ben 12 piloti: Magnussen, Kvyat, Latifi, Albon, Stroll, Ricciardo, Perez, Norris, Ocon, Russell, Giovinazzi e Sainz l’elenco completo. La loro responsabilità, punita con una reprimenda collettiva, è stata quella di “un’applicazione incostante di acceleratore e freno, dall’ultima curva lungo il rettilineo dei box”. La reprimenda è arrivata proprio perché nessun pilota è stato riconosciuto avere una colpa preponderante.



Go to Source

Commenti l'articolo