Capello, scudetto Milan? Sembra poco determinato

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 22 FEB – “Il Milan sta facendo bene, tutti lo guardiamo divertiti però sembra che arrivi lì senza quella determinazione che uno penserebbe di avere per poter raggiungere il famoso obiettivo di vincere il Campionato”.    Lo ha detto l’ex allenatore di Milan, Juventus e Roma, Fabio Capello, a margine di un triangolare benefico svoltosi a Limbiate, in Brianza, in ricordo dell’ambasciatore Luca Attanasio, tragicamente scomparso un anno fa nella Repubblica Democratica del Congo.    La scarsa determinazione dei rossoneri però, non dipende solo dal reparto offensivo. Capello, infatti, difende soprattutto Ibrahimovic (“ci vuole una faccia tosta a parlare male di Ibra.    Ci si dimentica tutto in un attimo e si discute un giocatore come lui”e Leao. In particolare, l’allenatore esalta le qualità del portoghese Leao, accettandone il paragone con il francese che ebbe alla Juventus Thierry Henry: “Non è un paragone per niente azzardato. Leao ha delle qualità sotto un certo aspetto tecnico migliori di Henry però deve migliorare. Ci vuole tempo, sta migliorando anno dopo anno. Secondo me ha la possibilità ancora di migliorare ancora di un 30%”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source