Champions donne si rinnova,accordo Uefa-Eca scommette sul futuro

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 27 APR – La Champions League donne cambia pelle. Non solo il nuovo formato a partire dalla stagione 2021-22, ma anche un rilancio sul piano economico con uno sguardo alla sostenibilità per far crescere ulteriormente il calcio femminile. Questo anche grazie alla collaborazione stretta tra l’Uefa e l’Eca che lanciano il nuovo modello di distribuzione finanziaria della competizione, che guiderà la sostenibilità del calcio femminile per i prossimi anni.    Il progetto rinnovato vedrà un aumento considerevole dei premi per tutti i club partecipanti al torneo europeo, nonché l’introduzione della centralizzazione della sponsorizzazione e dei diritti tv dalla fase a gironi in poi. L’accordo triennale – spiega una nota dell’Associazione dei club europei – andrà anche a vantaggio dei club non partecipanti con investimenti aggiuntivi per sostenere una maggiore professionalità e migliori infrastrutture nei club femminili di tutta Europa.    “Questo è un momento straordinario nella storia delle competizioni per club femminili – le parole di Claire Bloomfield, referente di Eca per il calcio femminile – testimonia quanto la collaborazione tra ECA e UEFA possa realizzare. L’aiuto incrociato delle competizioni europee per club maschili, i premi in denaro notevolmente aumentati, oltre ai diritti di sponsorizzazione, cambieranno in modo significativo la realtà finanziaria per i club femminili in tutta Europa. I soldi anche per i club non partecipanti sono un primo passo decisivo verso il raggiungimento di un livello professionale elevato e un futuro equilibrato e competitivo per quanto riguarda il gioco”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source