Champions, Juve: Allegri “Al ritorno sarà come una finale”

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – TORINO, 22 FEB – “Il ritorno sarà una finale: hanno annullato i gol doppi in trasferta e dunque bisognerà per forza vincere, perché non c’è altro risultato”. L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, fa i conti qualificazione dopo l’1-1 raccolto a Villarreal. “Abbiamo giocato una buona partita, purtroppo abbiamo commesso una disattenzione sul loro pareggio – spiega, analizzando la rete di Dani Parejo – eravamo un po’ tutti fermi, perché prima c’era un mezzo fallo su Vlahovic: avevamo la partita in pugno, ma siamo diventati troppo leggeri.    E’ meglio avere una Juve bruttina e vincente che una Juve bellina, ma perdente”.    Intanto, però, Allegri si gode le prodezze di Vlahovic. “Ha fatto bene, contro Albiol non era semplice”, dice. Sulle condizioni di McKennie, uscito dolorante alla caviglia sinistra: “Lo portiamo a fare una radiografia al piede, speriamo non sia niente di grave. Anche Dusan Vlahovic parla al termine del match: “E’ stato bellissimo segnare all’esordio, ma non sono contentissimo al 100%, perché non abbiamo vinto”, dice l’attaccante. L’esultanza è sembrata polemica, quasi a zittire il pubblico: “Non so perché si vogliano fare sempre polemiche, io non leggo i giornali – la spiegazione dell’ex Fiorentina – era un gesto per la mia famiglia: io cerco solo di migliorare ogni giorno e di restare con i piedi per terra”.    Il suo compagno di reparto, Alvaro Morata, si proietta già sulla sfida dello Stadium: “Era da vincere, ma il calcio è così, dovremo giocare una grande partita al ritorno e adesso penseremo a recuperare le energie per rimettere la testa sul campionato”.    (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source