Champions League, Inter- Milan 1-0, i nerazzurri conquistano la finalissima

Pubblicità
Pubblicità

Inter batte Milan 1-0 nel ritorno della semifinale di Champions League ed è la prima finalista della massima competizione europea. La rete della vittoria a San Siro l’ha realizzata Lautaro Martinez al 29′ della ripresa. All’andata la squadra di Inzaghi si era imposta 2-0LA CRONACA
“L’Inter ha giocato meglio di noi nelle due partite e meritato la finale. Siamo mancati nei primi 15 minuti all’andata. Speravamo di far meglio. Dobbiamo finire bene la stagione. Sarebbe stato eccezionale raggiungere la finale, anche se conta solo chi la vince”. Lo ha detto il tecnico del Milan Stefano Pioli, commentando a Sky Sport l’eliminazione dei rossoneri nella semifinale di Champions contro l’Inter.
“Il divario con l’Inter è reale, nelle ultime 4 partite non c’è stata gara. Oggi è stata giocato un pochino meglio, ma compromessa da quella dell’andata. È una maniera quella dell’Inter di giocare che ci dà fastidio e non riusciamo a trovare contromisure, poi affiamo fatto fatica anche contro squadre meno forti dell’Inter nell’ultimo periodo”. Lo ha detto il direttore tecnico del Milan Paolo Maldini, intervistato da Sport Mediaset dopo l’eliminazione in semifinale di Champions League contro l’Inter. “Il percorso non è finito. Abbiamo il dovere di provare a qualificarci tra le prime quattro, aspettando poi cosa succederà alla Juventus. Essere arrivati in semifinale è stata una grandissima cosa, anche inaspettata”, ha proseguito. “Voto alla stagione? Sarebbe 8. L’abbiamo detto l’anno scorso: non siamo strutturati ancora per competere su due competizioni, lo abbiamo detto allo stampa e ai nostri proprietari, lo sanno benissimo. Essere tornati a questo livello deve essere sfruttato, anche a livello economico investendo per rimanere fra le prima quattro e fare bene in Italia”, ha concluso Maldini.

Il tecnico del Milan, Pioli”

“È una grande emozione, questo gruppo meritava di giocare un’altra finale di Champions. Aspettiamo domani per capire chi affronteremo, abbiamo fatto un lavoro importante. Chi tifi? Vorrei evitare il Real Madrid perché questa competizione sembra fatta per il Real Madrid. A questo punto, la cosa più importante è che siamo arrivati in finale. È stato un percorso lungo e difficile, un derby in semifinale non è semplice. Mi ricordo quello che ho perso da calciatore”. Lo ha detto il vicepresidente dell’Inter Javier Zanetti, intervistato da Sky Sporto dopo l’approdo alla finale di Champions League dei nerazzurri. “Sono felicissimo per Lautaro, sta facendo un percorso straordinario. Ce lo teniamo stretto, è un punto di riferimento per noi. Per adesso ce lo teniamo stretto, godiamocelo. Lui è contento qui, ha trovato la sua casa, la sua famiglia, sono contenti di essere all’Inter e spero che lo possa essere più a lungo possibile. Quel girone era difficile, complimenti alla squadra e all’allenatore, nei momenti di difficoltà ha saputo reagire, all’allenatore che ha parlato poco e ha saputo reagire in campo”.

Acerbi ci prova di testa

“Nei prossimi giorni ci renderemo conto, per noi era un sogno ma ci abbiamo sempre creduto. Percorso straordinario, vincere in questo modo un derby in semifinale porta soddisfazione”. Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi, intervistato da Sport Mediaset dopo l’approdo alla finale di Champions League dei nerazzurri. “I ragazzi sono stati bravissimi, abbiamo fatto quattro derby da gennaio e li abbiamo vinti, anche se loro sono campioni d’Italia e hanno qualità. Sono contento per i ragazzi – ha proseguito -. Promessa? Avevo detto che avremmo messo un impegno folle in tutte le competizioni, dal primo di aprile siamo arrivati al 16 maggio giocando ogni tre giorni, ma abbiamo ottenuto due finali e raddrizzato il campionato. Onore ai ragazzi. Real Madrid o Manchester City? Sono due delle migliori squadre d’Europa, all’andata è stata equilibrata. Sono contento per noi, domani guarderò la partita con interesse”..

Semifinale di ritorno Champions League tra Inter-Milan

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source