Champions: Liverpool-Napoli

Pubblicità
Pubblicità

Champions League, all’Anfield Stadium alle ore 21 Liverpool-NapoliProbabili formazioni di Liverpool-Napoli.Liverpool (4-3-3): 1 Alisson, 66 Alexander-Arnold, 5 Konaté, 4 Van Dijk, 26 Robertson; 14 Henderson, 3 Fabinho, 6 Thiago Alcantara; 11 Salah, 9 Firmino, 27 Nunez. (62 Keheller, 13 Adrian, 2 Gomez, 47 Phillips, 21 Tsimikas, 28 Carvalho, 22 Ramsey, 17 Jones, 7 Milner, 43 Bajcetic). All. Klopp.Napoli (4-3-3): 1 Meret, 22 Di Lorenzo, 3 Kim Min-Jae, 5 Juan Jesus, 17 Olivera, 20 Zielinski, 68 Lobotka, 99 Anguissa, 11 Lozano, 9 Osimhen, 77 Kvaratskhelia. (30 Sirigu, 55 Ostigard, 59 Zanoli, 6 Rui, 23 Zerbin, 91 Ndombele, 70 Gaetano, 21 Politano, 7 Elmas, 18 Simeone, 81 Raspadori). All. SpallettiArbitro: Tobias Stieler (GER).La vigilia. In fuga in testa al campionato con più 5 sull’Atalanta seconda e ora con l’idea di chiudere per la prima volta alla guida del girone di Champion’s League, che vale il posto nell’urna tra le prime nel sorteggio degli ottavi di finale. E’ questo il pensiero del Napoli che va a Liverpool con la qualificazione sicura ma anche con l’idea di conservare i tre gol di scarto guadagnati sui reds nel 4-1 dell’andata al Maradona. “Ho letto che Klopp – ha spiegato Spalletti con ironia – ha detto che non pensano a vincere 4-0. I complimenti eccessivi a volte servono per metterti lassù, per ascoltare poi il tuo tonfo. Klopp ha giocato due finali di Champion’s League, è il più bravo di tutti e poi si accorgerà quando allenerà il Napoli che ‘ca nisciuno è fesso'”. Ironia che carica il gruppo azzurro che domani punta davvero a chiudere in testa il girone, con il tridente Politano-Osimhen-Kvaratskheli, con l’inventva di Zielinski, con le idee e la durezza di centrocampo e difesa. Spalletti ad Anfield vuole un Napoli che giochi davvero: “All’inizio della stagione – dice Spalletti – sarebbe stato difficile pensare di arrivare qui essendo davanti ai numeri uno del mondo nel girone. Ma questo significa che dal lavoro puoi trovare soluzioni nel calcio. Non so se assomigliamo al Liverpool, sicuramente vorremmo farlo. Io domani ai miei permetterò che perdano ogni pallone, ma solo se lo hanno giocato davvero. Non permettà di non provare a giocare il pallone quando lo hai. Ci saranno momenti in cui dovremo saper sopportare la qualità e velocità del Liverpool. Ma ogni volta che riconquistiamo la palla voglio rivedere le stesse intenzioni da parte nostra. Questo è il nostro possibile biglietto per uscire bene da questa partita”. Un match ch vede ache la sfida tra i due esterni più forti, Kvara e Salah, che Spalletti ha allenato: “Sono due calciatori – dice – che in modi diversi riescono a fare queste giocate geniali. Gli puoi mandare qualsiasi passaggio semplice addosso e loro riescono a trasformarlo in un’occasione per la squadra”. Dall’altra parte prova il sorpasso il Liverpool, che vive un periodo nero in campionato, dove è nono dopo due sconfitte consecutive e che cerca il successo per riprendersi e rilanciare la stagione: “Il Napoli – spiega il tecnico Jurgen Klopp – gioca un calcio incredibile, è la squadra più in forma in Europa e non possiamo fare troppo turnover. Vogliamo vincere la partita, senza pensare che ci servono quattro gol di scarto per passare al primo posto, ma vogliamo vincere, è chiaro, anche se il risultato non è della massima importanza”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source