Champions: Pochettino, vogliamo avvicinarci al nostro sogno

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – PARIGI, 14 FEB – “Non credo che domani ci sarà più pressione su di noi che sul Real, o viceversa: questa è un’eliminatoria di Champions che avrebbe potuto essere la finale, per qualità e per i nomi dei giocatori che saranno in campo. Comunque rispettiamo il Real, è uno dei maggiori club del mondo basti pensare che ha vinto questa Coppa tredici volte, ma noi cercheremo di dare il meglio, perché vogliamo superare il turno. Il peso delle attese? C’è su di noi, a volte può creare confusione, ma è così dall’inizio della stagione e finora abbiamo il migliore attacco della Ligue 1 e perso poche partite”.    L’allenatore del Paris SG, Mauricio Pochettino, parla alla vigilia della supersfida dell’andata degli ottavi di Champions, e non si mostra intimorito dal blasone dell’avversario, né dal fatto che si continua a vociferare sul possibile arrivo di Zinedine Zidane sulla panchina dei parigini. “Sono cinquanta anni che il Psg insegue questo trofeo – dice Pochettino – e vogliamo avvicinarci a questo sogno. Ho fiducia totale nei miei giocatori, ho tutti a disposizione meno Sergio Ramos, e credo che il Real e noi siamo sullo stesso livello”. Ma Messi come sta? “Lo vedo bene, e con molta voglia – risponde -. Domani potrà ricoprire un ruolo cruciale nel match, sia individualmente che a livello di prestazione per la squadra. Ma sarà importante la prova collettiva, di tutti, non solo la sua”. Detto che sulla presenza di Neymar dall’inizio il tecnico deciderà solo nelle ore immediatamente precedenti la partita, in porta giocherà Donnarumma o Keylor Navas? “Dopo sette mesi di competizioni – spiega Pochettino – direi che il ruolo del portiere da noi è molto ben coperto, perché ne abbiamo due al top. Chiunque di loro giocherà, darà il massimo. La formula dell’alternanza finora ha funzionato e non vedo perché dovrei cambiarla”.    (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source