d3e0af92ec961275188ced6e7b0fcf0f

Conte, dedico lo scudetto a me stesso

Calcio Sport
Pubblicità
Pubblicità

“A chi dedico lo scudetto? Onestamente a me stesso. So che non è stato un percorso semplice in questi due anni, ho dovuto tirare fuori tutto da dentro di me. In certi momenti vengono dei dubbi, anche su te stesso, ma ho superato tutto e tutti ed alla fine è la dimostrazione che siamo stati tutti bravi. Anche il sottoscritto”. È questo il pensiero dell’allenatore dell’Inter Antonio Conte, intervistato da Inter Tv sul canale Twitch dopo l’ultima partita di campionato, vinta 5-1 contro l’Udinese. 
Guardando alla propria carriera, Conte ha spiegato di collocare questo successo “tra le imprese fatte. Non era semplice – ha spiegato -, venendo all’Inter mi sono messo in grande discussione perché arrivavo in una squadra che non vinceva da tanto. Abbiamo lavorato e dopo un anno di lavoro abbiamo fatto qualcosa di incredibile. Non è stato semplice e non è semplice, l’Inter è una squadra che quando ci lavori capisci tante cose. Vincere lo scudetto qui mi dà grande soddisfazione e mi fa capire che la serietà, il lavoro e il sacrificio sono l’unica arma che io e i calciatori possiamo avere. Siamo stati bravi tutti: io, i calciatori e il club”.
“Penso che la partita di oggi sia stato il giusto finale di un’annata straordinaria – ha aggiunto Conte -. Abbiamo fatto un bella partita, ho chiesto ai ragazzi di non risparmiarci. Nonostante il finale di campionato e il fatto di essere già appagati, è la dimostrazione che i ragazzi hanno preso la mentalità giusta. Sono 91 punti, abbiamo la miglior difesa e il secondo miglior attacco. Abbiamo fatto qualcosa di importante”.



Go to Source