Cori razzisti contro Koulibaly, Barone gli chiede scusa

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 03 OTT – “La società viola si è fermamente dissociata dai cori e le offese razziste provenuti dagli spalti del Franchi dopo Fiorentina-Napoli all’indirizzo di alcuni giocatori avversari”. E’ la posizione resa nota dalla Fiorentina dopo quanto riferito dall’emittente Dazn secondo cui Koulibaly, durante l’intervista a bordo campo a fine gara, è stato bersaglio di offese razziste provenienti dalla curva Fiesole.    Offese anche per i suoi compagni di squadra Osimhen e Anguissa, che avrebbe reagito con un sorriso. Il difensore del Napoli invece, secondo sempre Dazn, si è rivolto a chi gli ha dato della ‘scimmia’ dicendo ‘Vieni qui a dirmelo in faccia’.    Il direttore generale della Fiorentina Joe Barone, informato dell’accaduto, a fine partita è andato a chiedere scusa a Kouibaly esprimendo la vicinanza della società e ribadendo ”che per noi queste cose sono inaccettabili”. Tenendo anche conto che prima e durante il match c’è stato qualche coro di discriminazione territoriale. Da segnalare che il presidente viola. Rocco Commisso, che ripartirà nelle prossime ore per l’America, alla vigilia della gara col Napoli si era raccomandato affinché non si ripetesse quando avvenuto qualche settimana a Bergamo, durante la partita con l’Atalanta, quando una parte del pubblico aveva lanciato a Vlahovic insulti razzisti. Nell’occasione Commisso aveva duramente stigmatizzato la vicenda. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source