DIRETTA Europa League: Lazio Porto 0-0 e Olympiakos-Atalanta 0-0

Pubblicità
Pubblicità

In campo dalle 18:45 Lazio-Porto e Olympiakos-Atalanta per la gara di ritorno dei 16esimi di finale di Europa League. All’andata i biancocelesti erano stati sconfitti 2-1 in casa dei lusitani mentre la Dea aveva battuto a Bergamo i greci 2-1.
Le altre gare in programma all 18:45Dinamo-Zagabria-Siviglia (all’andata 2-2)Real Sociedad-Lipsia (all’andata 3-1 per il Lipsia)
Alle 21Betis-Zenit (all’andata 3-2 per il Betis)Braga -S.Tiraspol (all’andata 2-o per il Tirasol)Napoli-Barcellona (all’andata 1-1)Rangers-Dortmund (all’andata 4-2 per i Rangers)
COSI’ ALLA VIGILIAGasperini, campo è medicina migliore  – “Ritornare in campo e giocare è la medicina migliore, anche per toglierci dalle polemiche pesanti di domenica scorsa e non solo”. Gian Piero Gasperini, alla vigilia del ritorno dei playoff di Europa League con l’Olympiacos, accenna alla sconfitta tra le polemiche a Firenze: “Siamo in emergenza soprattutto in attacco tra le assenze di Muriel, Zapata e anche Miranchuk, ma in condizioni menomate siamo stati comunque capaci di giocarcela con Inter, Lazio e Juve, segniamo sempre e non sempre ce li convalidano”, osserva il tecnico dell’Atalanta nella conferenza stampa dallo stadio Karaiskakis. “Abbiamo più soluzioni, ma non è stata fatta alcuna valutazione su eventuali svincolati, anche perché Duvan s’è fatto male a mercato chiuso”. Gasperini si esprime sull’ingresso della cordata di Stephen Pagliuca in società: “Quando il presidente Antonio e Luca Percassi (amministratore delegato, ndr) mi hanno avvisato, è stato un momento di grande emozione, per la sensazione di aver fatto qualcosa di davvero importante per attirare l’interesse di questi gruppi statunitensi. Si chiude un’era, si può crescere e diventare più forti e vincenti”.
Sarri, ‘Con Porto difficile ma non impossibile’ – “Il Porto è una squadra forte che sarebbe competitiva anche in Italia. La partita dell’andata ci ha detto che è difficilissima ma non impossibile”. Così il tecnico della Lazio Maurizio Sarri alla vigilia del ritorno dei playoff di Europa League contro il Porto domani all’Olimpico. Sfida che anticipa di tre giorni il big match dell’Olimpico contro il Napoli, anche se Sarri precisa: “Calcoli? No, è una partita importante, andiamo avanti per la nostra strada. Non mi piace fare calcoli”, incalza il tecnico toscano, che sui rientri di Immobile e Acerbi chiarisce: “Acerbi è stato fermo per 45 giorni, è guarito da un punto di vista medico ma chiaramente non è al massimo. Vedremo se ci sarà necessità di portarlo in panchina ma al momento non è in condizione di giocare dall’inizio. Ciro ha fatto uno stop di soli 7 giorni, vediamo nell’allenamento di oggi come sta e poi decideremo. Sono partite in cui occorre avere grande lucidità mentale. La prima è la lucidità difensiva, altrimenti compromettiamo la partita. Abbiamo la qualità di cambiare la partita in ogni momento”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source