DTM | Nurburgring, Gara-2: Frijns ribalta la situazione

Formula 1 Sport

L’Audi Sport Team Abt Sportsline ha completato una stupenda doppietta al Nürburgring, cogliendo la vittoria in gara 1 con il leader del campionato Nico Müller e bissando in gara 2 con l’olandese Robin Frijns. Come direbbe Alessandro Borghese, Frijns ha ribaltato la situazione della prima gara, nella quale aveva concluso 5°. Cioè la stessa posizione di Müller in gara 2, indietro anche per un problema a un sensore che ha fatto perdere potenza al suo motore. Nonostante il problema tecnico, Müller guida la classifica DTM con 205 punti, 29 di vantaggio su Frijns e 46 su Rast.

Frijns ha concluso la corsa proprio davanti a René Rast del Team Rosberg e all’eroe locale Mike Rockenfeller nel contesto di una top five tutta Audi. All’inizio, Müller ha fatto valere la sua pole position per prendere il comando, con il suo compagno di squadra Frijns al secondo posto in grado di respingere gli attacchi di Rast. Lucas Auer (Bmw), che ha avuto problemi all’inizio ed è finito in fondo alla griglia, è stato il primo a rientrare ai box, cambiando le gomme alla fine del quinto giro. Müller è invece rientrato in testa alla fine dell’undicesimo giro, seguito da Rast, con i meccanici del Team Rosberg in difficoltà con la gomma posteriore destra. Entrambi i piloti sono tornati in pista davanti a Rockenfeller, che aveva cambiato le gomme un giro prima e, con le gomme già in temperatura, ha attaccato il campione in carica. Rast ha dovuto utilizzare tutta la larghezza della pista per difendersi.
Frijns ha cambiato le gomme un giro dopo, tornando in pista dietro a Müller. Per poi superarlo alla chicane. A 15 minuti dalla fine della corsa Rast era significativamente più veloce di Müller e Frijns, girando otto decimi più rapidamente. Rast ha provato a recuperare anche sull’olandese in testa, dopo aver passato lo svizzero che era già in difficoltà per il suo problema tecnico. Tuttavia non c’è stata storia, e per Frijns è arrivata la seconda vittoria dopo gara-1 ad Assen. Male gli ex F1: Kubica si è classificato 12°, Glock 14°.

“La vittoria di oggi è molto diversa da quella di Assen. Non vuoi mai vincere perché qualcuno davanti a te ha un problema tecnico. Dopo il pit stop, ho notato subito che Nico non aveva più la solita velocità massima. Quindi, non ho avuto problemi a superarlo. Questo fine settimana Nico ed io abbiamo ovviamente avuto un vantaggio in termini di setup. Nonostante tutto è comunque una vittoria. Sono riuscito a concentrarmi sulla gestione delle gomme e avevo tutto sotto controllo. Mi vedo come un candidato per la lotta nel campionato“, ha dichiarato Frijns citato dal sito TouringCarTimes.



Go to Source

Commenti l'articolo