Euro U21: Nicolato, sulle ammonizioni metro pesante

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 29 MAR – “Ci sono rimasti 15 giocatori di movimento, 10 più i cinque cambi. Quindi con la Slovenia non ci sarà gran che da inventare”. Paolo Nicolato, ospite di Radio anch’io sport, così ha parlato alla vigilia della partita dell’Europeo Under 21 decisiva per il passaggio del turno.    “Tante cose che ci sono capitate le troviamo un po’ gratuite” ha aggiunto il tecnico commentando le quattro espulsioni nelle prime due partite del torneo, che privano gli azzurri di Tonali, Rovella, Scamacca e Del Prato: “Abbiamo avuto un paio di espulsioni, parlo di Rovella e Tonali, che non sono giustificabili perché sono atteggiamenti che non devono fare parte del nostro modo di essere – è l’analisi di Nicolato – Per il resto è stato adottato un metro un po’ pesante, che ha portato a dare ammonizioni con una certa rapidità. Ciamo trovati in una situazione a cui non siamo abituati e che non ha mai fatto parte di noi. Speriamo di cogliere lo stesso gli obiettivi nonostante la situazione complicata”.    “Fra i contatti che abbiamo avuto noi ne vedo pochi di violenti – ha aggiunto – non credo che una mano così pesante faciliti gioco e spettacolo. Nella maggior parte dei nostri casi mi è sembrato di vedere delle cose un po’ esagerate, che però pesano molto in un mini-torneo al quale arrivi già con una rosa ristretta e molte problematiche”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source