Europei: Lukaku, Ronaldo? lui capocannoniere, ma io scudetto

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 25 GIU – “Cristiano Ronaldo ha vinto il titolo di capocannoniere di Serie A, ma noi abbiamo vinto il campionato. Era particolarmente importante vincere quel titolo e quello era il mio obiettivo. A CR7 invidio il dribbling e il tiro, mentre penso che lui invidi un po’ la mia forza e la mia mira”.    Così, dal ritiro del Belgio, Romelu Lukaku risponde a chi gli chiede di fare un paragone fra se stesso e il plurivincitore del Pallone d’Oro, che affronterà in Belgio-Portogallo di domenica a Siviglia.    Poi il belga parla dei suoi miglioramenti nel corso delle ultime stagioni. “Quando i critici si riferivano a Lewandowski e Benzema, parlavano sempre di attaccanti di ‘livello mondiale’ – dice -, mentre io venivo descritto come un buon centravanti.    Questa è stata una motivazione in più per lavorare e migliorare.    Ora penso di essere nella lista dei migliori attaccanti. Mi piacciono le provocazioni, so come affrontarle”. “Ho bisogno di competizione – dice ancora Lukaku -. Se qualcuno dice che Tizio o Caio è più bravo di me, io mi allenerò più duramente. Non voglio paragonarmi a Michael Jordan , ma questo spirito l’ho notato anche in lui. Quando ho visto ‘The last dance’, ho pensato: ‘Wow, non sono solo’.    Come finirà domenica? “Non credo che domani ci saranno i rigori – risponde -. Speriamo di vincere prima. A livello generale, siamo più maturi rispetto al Mondiale del 2018, quando eravamo troppo ‘romantici'”. (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source