fc2661900c22acedd2da49655227c3d8

Europei, Mancini: La lista dei 26? Scelte dolorose’

Calcio Sport
Pubblicità
Pubblicità

“Saranno scelte dolorose. Conto di arrivare a 26 secchi senza aggiunte per giocatori in bilico. Ma vedremo”. Lo ha detto Roberto Mancini sulla lista dei convocati per gli Europei da preparare entro il 30 maggio. “Ma entro l’1 giugno si può ancora cambiare”, ha aggiunto il ct. “Pellegrini è migliorato molto, Verratti sta guarendo più velocemente, Sensi è da valutare ancora tra oggi e domani, preoccupano le sue ricadute. Ma faremo di tutto per portarlo con noi”. Per il terzo portiere ballottaggio Meret-Cragno: “Abbiamo la fortuna di avere tanta qualità, se pensiamo anche a Gollini che non è con noi. Dobbiamo fare delle valutazioni”.    
“Con San Marino formazione sperimentale” – Una nazionale molto sperimentale scenderà in campo contro San Marino domani sera alla Sardegna Arena di Cagliari. Nella formazione annunciata questa mattina dal ct, Roberto Mancini, ci sono Cragno in porta, linea difensiva composta da Toloi, Mancini, Ferrari e Biraghi. Il regista sarà Cristante affiancato da Pessina e Castrovilli. Davanti Bernardeschi, Kean e Grifo. “La partita con San Marino – ha detto Mancini nella conferenza stampa della vigilia al Forte Village di Santa Margherita di Pula, dove gli azzurri sono in ritiro da lunedì sera – ci serve soprattutto per provare i nostri concetti di gioco e vedere le condizioni dei giocatori”. Non ci sarà Raspadori: “E’ bravo, ha molta tecnica, penso che possa avere un grande futuro. Ma non è in perfette condizioni. Se sta meglio tra oggi e domani lo mandiamo con l’under 21, poi valuteremo”.
“Spero che l’Italia faccia divertire” – “Spero che questa nazionale possa far divertire i tifosi italiani ai prossimi Europei”. Lo ha detto il ct della Nazionale, Roberto Mancini, presentando la gara di domani alla Sardegna Arena con il San Marino al terzo giorno di allenamento al Forte Village di Santa Margherita di Pula. “Sta andando tutto molto bene – ha detto – per noi era importante valutare le condizioni le condizioni dei giocatori e valutare tempi di recupero. Poi è chiaro da lunedì sera a Coverciano sarà tutta un’altra cosa”. Nazionale squadra che unisce? “Nelle grandi competizioni – ha continuato Mancini – è stato sempre un collante: anche nei momenti difficili ha portato entusiasmo tra la gente”. Giocatori turbati dal mercato? “No, sono tranquilli e rilassati: queste cose sono sempre accadute, il mercato coincide sempre con europeo e mondiali: meglio se le situazioni in bilico si risolvono prima. Ma comunque vada siamo di fronte a ragazzi maturi”, ha concluso il ct azzurro.



Go to Source