Europei: Petkovic, Londra ci aspetta, vogliamo vincere

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 01 LUG – “I giornalisti non stanno in bolla, quindi tu non potresti venire a Londra”. La battuta con cui il ct della Svizzera Vladimir Petkovic, in conferenza stampa, saluta un reporter con il quale ha particolare confidenza fa capire che in casa elvetica, in vista del quarto di finale di domani a San Pietroburgo contro la Spagna, si respira un clima di ottimismo. “Vogliamo vincere”, dice il ct degli elvetici.    Wembley e la semifinale sono un obiettivo raggiungibile, anche se, va detto, i rossocrociati saranno penalizzati dall’assenza del loro capitano Granit Xhaka, migliore in campo contro la Francia ma fermo per squalificache ora deve scontare un turno di squalifica. Per far capire quanto conti la presenza del suo ‘regista’ nella Svizzera, basti pensare che era in campo in 56 delle ultime 59 partite. Al suo posto dovrebbe giocare Zakaria, ma Petkovic non si sbilancia: “Granit starà con noi in panchina – dice il ct ex Lazio -, questa volta avrà un ruolo diverso, ma in rosa ho altri ottimi giocatori, e altri leader, quindi non cambieremo molto, e non credo muterà il nostro modo di giocare.    Abbiamo un piano tattico, io ho sensazioni buone rispetto a quelle negative: vogliamo vincere per ottenere un risultato storico, anche se giocheremo contro una rivale, la Spagna, che è tra le principali favorite di questo Europeo”. Come si interrompe il possesso palla degli spagnoli? “I miei devono anticipare le situazioni, posizionarsi bene in campo e correre più degli avversari”, la risposta di Petkovic (ANSA).   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source